LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA - Il Castello incantato e i tesori degli abissi
LA SICILIA Sabato 28 Febbraio 2015

I gioielli di famiglia. Dal S.Angelo, alla Grangela fino ai i reperti archeologici sottomarini


g. c.) Ma Licata non ovviamente solo mare e spiagge. Storia e cultura si fondono e il passato ha lasciato in eredit alla citt monumenti e siti archeologici di rilievo e importanza.
La pecca la conservazione, non sempre ideale, delle vestigia antiche. A dominare la citt il Castel Sant'Angelo. La sua costruzione venne iniziata da Hernando Petigno, comandante generale della cavalleria del Regno di Sicilia e Governatore della Piazza militare di Siracusa, nel 1615 a fianco di una preesistente torre di avvistamento a base quadrangolare realizzata tra il 1583 ed il 1585 su progetto dell'ingegnere Camillo Camillani. I lavori vennero interrotti fino al 636, anno in cui vennero ripresi. Fu completato ed inaugurato nel 640 e costituisce un raro esempio di fortezze barocche sorte in Sicilia nel 17 secolo. Tutt'intorno si conservano numerosissime testimonianze archeologiche (necropoli, santuari, silos, strade, tombe monumentali, ambienti d'abitazione, cisterne). Le visite al sito sono per limitate ai soli giorni feriali e solo nelle ore mattutine, purtroppo. E' quindi la volta della Grangela. Si tratta di un'opera preellenica utilizzata per la raccolta d'acqua. Consiste in un profondo pozzo di forma rettangolare scavato nella roccia, sito ai piedi del Monte Sant'Angelo a due passi da piazza Progresso, con due entrate da via Marconi e via Santa Maria. Un'opera, ancora funzionante, di sicuro fascino che richiama la curiosit di parecchi visitatori.
La sua riapertura avvenuta un paio d'anni fa e, a richiesta, possibile visitarne l'interno. Tornando nella zona della Montagna, c' poi lo Stagnone Pontillo, antico ipogeo adibito al culto, databile intorno al secondo millennio avanti Cristo, si trova lungo la strada che dall'ospedale conduce alla localit balneare di Mollarella. Interamente scavato nella roccia unico nel suo genere. Nato come sepoltura monumentale preistorica, per secoli fu certamente usato come serbatoio d'acqua. Ci sarebbe poi anche il museo archeologico di via Dante, ma chiuso ormai da parecchi anni e non si riesce a datare con certezza, tra un rinvio e l'altro, la sua riapertura. Il mare di Licata, grazie al lavoro del Gruppo archeologico Finziade diretto da Fabio Amato e in precedenza di altre associazioni impegnate nella valorizzazione del territorio, sta poi continuando a restituire reperti archeologici di grande importanza. La SOpRINTENDENZA del Mare diretta dal professore Sebastiano Tusa ha messo Licata in prima linea nella ricerca subacquea e i "pezzi" recuperati nelle ultime campagne subacquee, durante il periodo natalizio, sono state esposte all'interno del Chiostro Sant'Angelo dove stato creato un allestimento temporaneo.


28/02/2015



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news