LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

DA ORTE-MESTRE A EXPO. Infinite e costose, ecco le opere inutili a spese dei cittadini
di Giorgio Meletti
"Il Fatto Quotidiano", 21 mar. 2015

LAVORI BIPARTISAN
I PROGETTI CHE NON HANNO MAI SENTITO LA CRISI, FINANZIATI DA TUTTI I GOVERNI


Larma retorica sempre la stessa, il partito del no come male assoluto. Meno di un mese fa Raffaella Paita, candidata Pd alla Regione Liguria, lha sfoderata per difendere il Terzo Valico, una ferrovia inutile che da 35 anni fa sognare il partito del cemento. Quando una forza di sinistra dice no al Terzo Valico fa una cosa di destra. Errore blu. Nessuno a destra dice no al Terzo valico. A meno che non si sostenga che la Procura di Firenze abbia fatto una cosa di destra arrestando il capo del partito del s, Ercole Incalza.
In attesa del vaglio giudiziario sulla sua presunta corruzione, sotto processo insieme alle persone fisiche ci sono proprio le grandi opere. Non perch in esse si pu essere annidato il malaffare, ma proprio perch il malaffare stando ai primi risultati dellinchiesta fiorentina
a farle decidere e progettare. E soprattutto a farle piacere ai politici, di destra, centro e sinistra: quando c da far colare cemento dissanguando le casse dello Stato vanno sempre daccordo. I pm di Firenze indicano gli scempi con nomi e cifre. Dei progetti indagati ce ne sono quattro fondamentali.
I lavori per l'Expo di Milano, un paio di miliardi gi spesi, rappresentano plasticamente il primo cancro dei lavori pubblici allitaliana: i tempi infiniti. Ormai tardi per dare lo stop, ma tardi anche per lExpo: inizia a maggio e i padiglioni dellesposizione non saranno pronti. La disperata accelerazione finale dei cantieri fa impennare i costi, ed il secondo cancro. Terminare i lavori per lExpo dopo lExpo sar lapoteosi dellinutilit, il terzo cancro.
Il Terzo Valico affetto da tutti e tre i cancri. Tempi biblici: lopera fu annunciata come necessaria e urgente nel 1982 dai presidenti di Lombardia e Liguria, Giuseppe Guzzetti e Alberto Teardo. Il primo oggi padre-padrone delle Fondazioni bancarie. Il secondo, antesignano del craxismo disinvolto, fu arrestato poco dopo il fatidico annuncio. Infatti il Terzo Valico porta male. Dopo Teardo sono finiti in galera quasi tutti i principali tifosi della grande opera inutile, da Luigi Grillo (democristiano, poi berlusconiano, infine alfaniano, per anni presidente della commissione Lavori pubblici del Senato) a Claudio Scajola. Lopera piace anche a sinistra: prima di Paita lha sostenuta per ventanni il governatore uscente della Liguria, Claudio Burlando. La grande opera non cammina senza accordi trasversali: tutti si danno ragione e rispondono con le supercazzole a chi osi chiedere perch si butti tanto denaro per niente.
Adesso tocca a Matteo Renzi metterci la faccia e dire se ha senso spendere 6,2 miliardi per una ferrovia di una sessantina di chilometri che collegher il porto di Genova con la ridente Tortona. Dicono che servir a far defluire meglio i container dal porto di Genova, ma non spiegano perch spendono 60 milioni a chilometro per una ferrovia ad alta velocit: vogliono mandare i container a 300 allora? Ecco il quarto cancro: progetti vaghi, approssimativi.
Il tunnel sotto Firenze dellalta velocit ferroviaria ha un costo previsto di 1,5 miliardi ed simbolo della progettazione alla speraindio. Tanto che linchiesta da cui scaturisce larresto di Incalza parte dalla Italferr, societ di progettazione di Fs. Nel settembre 2013 hanno arrestato la presidente Maria Rita Lorenzetti, politica ammanigliatissima che si vanta nelle intercettazioni di poter mettere tutto a posto grazie ai rapporti con Incalza. E da mettere a posto cera un progetto che fa acqua da tutte le parti per unopera voluta a tutti i costi dopo decenni di dubbi sulla sua fattibilit. Lhanno fermata i magistrati un anno e mezzo fa.
La Orte-Mestre affetta da tutti i quattro cancri gi detti pi un quinto, il peggiore: il project-financing, la finzione del finanziamento privato che serve solo a rinviare alle prossime generazioni la presentazione del conto. Come dimostra il caso Brebemi, se si consente ai privati di farsi prestare i soldi da banche che pretendono e ottengono la garanzia dello Stato, chiaro che il rischio delloperazione pesa sul contribuente. Se, come nel caso della Brebemi, laffare va male, lo Stato viene chiamato a pagare tutto. La Orte-Mestre - figlia del centro-destra veneta e della sinistra emiliana guidata da Pier Luigi Bersani - coster 10 miliardi, due dei quali pubblici. Sugli otto miliardi privati c garanzia dello stato? Il promotore Vito Bonsignore (uomo Ncd con amicizie trasversali) giura di no. Ma i documenti che potrebbero rassicurare i contribuenti sono segretati, perch cos vogliono le sacre regole del project-financing. Scritte dal loro profeta, Incalza.



news

29-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 29 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news