LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Indennizzi, parla il supertestimone "Un regalo alle aziende, non firmai"
DANIELE AUTIERI
26 marzo 2015 LA REPUBBLICA





IL SUPER testimone della Procura di Roma nell'inchiesta sull'atto attuativo della metro C un dirigente comunale di 59 anni. Giovanni Serra, ex-capo del dipartimento Mobilit del Campidoglio, si rifiutato di firmare cos com'era l'accordo siglato il 9 settembre 2013 con le imprese costruttrici. Lo abbiamo incontrato prima che scoppiasse l'inchiesta di Firenze su Ercole Incalza e il sistema delle grandi opere, e dopo che la Guardia di Finanza lo aveva interrogato proprio per il suo ruolo sulla vicenda metro C.

Il suo racconto un lungo retroscena dei giorni di fuoco che hanno anticipato e seguito la firma dell'atto. La prima riunione per discutere l'accordo ricorda stata organizzata a inizio luglio. In quell'occasione ci stato presentato l'avvocato Francesco Sciaudone dello studio Grimaldi. A loro l'incarico stato assegnato alla fine del mese e gi al termine di agosto l'atto era pronto. Serra fa una pausa, riflette. La clausola pi cattiva spiega non sono i 90 milioni in pi, ma l'adesione al principio che da quel momento i criteri dell'equo indennizzo si applicheranno a tutte le cause di interruzione dei lavori. In poche parole, se la soprintendenza o i vigili del fuoco bloccano i cantieri per cause di forza maggiore, il Comune deve continuare a pagare le imprese costruttrici. In assurdo sorride Serra per il Consorzio sarebbe meglio avere una sospensione dei lavori cos continua a prendere soldi senza lavorare . Serra parla con difficolt. Si tiene le parole in bocca fino a quando abbassa le difese e una porta ne apre un'altra. Volevamo fare chiarezza ammette e allora come dipartimento abbiamo avviato tra settembre e ottobre un'istruttoria interna sull'atto, chiedendo spiegazioni al responsabile unico del procedimento di Roma Metropolitane che aveva messo la sua firma insieme al direttore generale Luigi Napoli. Lo abbiamo incalzato e, fuori verbale, ci ha confessato che quell'atto l'aveva visto solo a cose fatte e che era stato obbligato a firmare per non essere licenziato. Di l a poco lo stesso copione si ripete con Serra. In quei giorni mi hanno proposto di tutto, anche di nominarmi direttore generale di Roma Metropolitane, ma quando stato chiaro che non avrei firmato l'atto sono stato convocato da un altissimo dirigente del Comune. Serra non rivela il nome, ma ripete il contenuto della conversazione: Mi ha detto che se avessi dato il mio via libera sarei rimasto, altrimenti sarei stato licenziato. Fortunatamente venuta in soccorso della mia posizione l'Avvocatura del Campidoglio che ha confermato la natura innovativa dell'atto e ha messo in guardia l'Amministrazione dal firmarlo cos com'era.

Da quel momento la posizione del Campidoglio comincia a cambiare e nel mese di novembre lo stesso Serra d il suo avallo al documento, ma solo per la parte prevista dal Cipe, bloccando tutti gli impegni di spesa extra, compresi i 90 milioni di euro in pi di oneri aggiuntivi. Un atto dovuto, per il capo del dipartimento, uno degli ultimi della sua esperienza alla Mobilit iniziata nel 2010. A gennaio, improvvisamente, mi sono trovato senza incarico e senza stipendio racconta. Una pausa durata fino al 19 marzo, quando il sindaco Ignazio Marino lo ha nominato responsabile dell'ufficio di scopo istituito per fare chiarezza sullo scandalo dei Punti verde qualit.




news

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

05-06-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 5 giugno 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news