LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

BOLOGNA - Musei, la rivolta dei dipendenti: "Stop al bando"
ENRICO MIELE
29 marzo 2015 la Repubblica

I DIPENDENTI dei musei civici sono in rivolta contro l'amministrazione comunale e la decisione di affidarsi a un bando per scegliere il nuovo direttore dell'Istituzione Bologna Musei, affidandogli anche la direzione dei musei ex Gam (Mambo, Morandi, Ustica). In un appello che ha messo d'accordo sindacati confederali, Cobas e Usb, chiedono la revoca del bando e un incontro alla giunta: «Il bando, che contempla il doppio incarico, contrasta con il testo del regolamento dell'istituzione. E una soluzione interna permetterebbe di risparmiare 110mila euro».



SALE la tensione sul nome, ancora da trovare, del futuro direttore dell'Istituzione Bologna Musei. Il fronte sindacale – per una volta compatto – ha chiesto un incontro alla giunta Merola nel tentativo di stoppare la gara che servirà a trovare il successore di Gianfranco Maraniello, che a breve traslocherà al Mart di Rovereto. Nell'attesa, Palazzo d'Accursio tira dritto: «Ritirare il bando?

L'ipotesi non è sul tavolo» chiarisce Maria Grazia Bonzagni, il direttore del personale che sta seguendo la vicenda. I dipendenti dei musei comunali insistono, convinti che sia un errore affidarsi a un nuovo direttore esterno che ricoprirà il doppio ruolo di direttore dell'Istituzione e direttore dei musei Mambo, Morandi e Ustica. Per questo, chiedono al sindaco Virgilio Merola di assegnare l'incarico ad interim a una figura interna all'amministrazione, scegliendo tra i coordinatori dei musei o tra gli stessi dirigenti di Palazzo d'Accursio. La bocciatura del bando, pubblicato già da una settimana, è senza appello. Tanto da aver unito le proteste di Cgil, Cisl e Uil a quelle dei sindacati di base Cobas e Usb. Sigle tra le quali di solito non corre buon sangue quando si affrontano tematiche legate al Comune di Bologna.

Stavolta è andata diversamente. Il bando dà tempo fino al 20 aprile per presentare le candidature. Il contratto offerto è fino a settembre 2016 e collega la direzione dell'Istituzione e quella dei musei ex Gam. I sindacati sono convinti che questa soluzione sia «in contrasto con il regolamento dell'Istituzione» e rischi di sbilanciare i fondi «in favore dell'area interessata dal doppio incarico a discapito delle restanti realtà». Il problema, infatti, è anche quello dei fondi per la gestione dei musei comunali, già ridotti all'osso. Nel budget 2015 all'Istituzione vengono assegnati 920mila euro invece del milione dello scorso anno. Una figura interna, calcolano i sindacati, permetterebbe un risparmio di circa 110mila euro (la retribuzione di Maraniello, compresi i premi di risultato, è di 126mila euro lordi).

Ma la Bonzagni difende le scelte della giunta: «Nessuno dei dirigenti comunali si è candidato per occupare la posizione di Maraniello». Da qui la scelta obbligatoria del bando. Quanto a un possibile incontro coi lavoratori, «abbiamo ricevuto la richiesta dei sindacati e la prossima settimana la valuteremo». Ma l'ipotesi di cancellare la gara non è in agenda: «Non abbiamo mai ritirato un bando e non ci stiamo pensando neanche stavolta. Per farlo ci vogliono ragioni molto forti».






news

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

Archivio news