LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Padova. Bo, riaprono le sale segrete con gli artisti del Novecento
Fabio Bozzato
Corriere del Veneto 3/4/2015

Martini, Severini, Gi Ponti, Scarpa: luniversit aperta nei weekend

Il Palazzo del Bo a Padova si lascer visitare interamente, compresa lala novecentesca, adibita a uffici, aule e rettorato, solitamente preclusa alle visite. Succeder ogni week-end a partire da giugno. E sar una vera scoperta, dentro i meandri e i saloni di un complesso monumentale che dalla met del 500 stato ampliato e ridisegnato pi volte fino agli anni 40 del 900. Un segno di maturit, lo ha definito il Rettore Giuseppe Zaccaria. Cos costruiamo un legame ancora pi profondo con la citt insieme ad unapertura internazionale, ha aggiunto, quasi unanteprima in vista del 2022, quando lAteneo compir 800 anni. Il Bo cominci a prendere forma accademica, attorno al Cortile Antico, dopo che gi per tre secoli le scuole si erano gi distinte nel campo del diritto, della filosofia, della medicina. Risale al 1595 il Teatro anatomico, tre anni dopo che Galileo Galilei aveva cominciato ad insegnare. Una storia di splendore e di grande autonomia intellettuale. Una tradizione che si riusc a conservare nel tempo, tanto che proprio durante il ventennio fascista un rettore come Carlo Anti riusc a immaginare la parte nuova del Bo, portandovi tra i migliori artisti e architetti. A cominciare da Gi Ponti i cui segni hanno ridisegnato le sale e gli uffici fin nei dettagli, dalle maniglie delle porte agli arredi al taglio degli spazi. Allo stesso modo arrivano le sculture di Arturo Martini, le pitture di Achille Funi e Gino Severini. Col tempo il Bo si impreziosito delle opere di Carlo Scarpa, Gio Pomodoro, Paolo De Poli, Jannis Kounellis.Le guide accompagneranno i visitatori, ogni sabato e domenica, proprio alla scoperta di stanze e dettagli, sculture e mobili, anche l dove ogni giorno si tengono decine di riunioni di lavoro, come sottolinea Zaccaria, perch questo non un museo, ma un luogo vivo e di lavoro. Alcuni interventi di illuminotecnica sono in programma, in particolare nel Teatro anatomico (dove si vorrebbe ricreare il chiarore delle candele di un tempo), la Sala dei Quaranta e la Cattedra di Galileo (per la quale il Rettore preannuncia una prossima sorpresa). Inoltre si lavorer su un riallestimento non invasivo della cosiddetta cucina, nella parte novecentesca che il Rettore del Ventennio aveva immaginato come luogo di incontro e ricreativo per i docenti, assieme alla sala di lettura, quasi unalternativa alla Sala del Pedrocchi.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news