LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Nuova luce per Leonardo i led accendono il Cenacolo con le visite anche di sera
TIZIANA DE GIORGIO
01 aprile 2015 LA REPUBBLICA



I MUSEI/ FRANCESCHINI BENEDICE L'ORARIO ALLUNGATO E L'APERTURA IL LUNED



UNA nuova luce per il Cenacolo. Un sistema a led di nuovissima generazione che restituisce i colori originali di Leonardo, consuma meno e aiuta a creare le condizioni microambientali adatte per conservare l'opera. C'era anche il ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini, alla presentazione del nuovo impianto di illuminazione nel refettorio di Santa Maria delle Grazie, dove sembra vicina l'operazione Ultima Cena by night per l'Expo. Il Cenacolo ha dei criteri di conservazione e di delicatezza che impongono un numero molto controllato di visitatori, ma questo non impedisce di allungare le ore di visita , ha detto Franceschini. in fase di chiusura, infatti, l'accordo con uno sponsor che permetter di recuperare risorse per riuscire a posticipare, a partire da maggio, l'orario di chiusura almeno fino alle 22 (ma potrebbe slittare anche pi in l) e di tenere aperto anche il luned pomeriggio, per consentire a pi persone possibili, in visita a Milano, di vedere l'opera. Aperture straordinarie che il ministro vorrebbe che venissero confermate, compatibilmente con i problemi di personale, anche dopo l'Esposizione universale: Il flusso di turisti comincer con Expo e non finir mai, ha commentato, definendo l'Ultima Cena di Leonardo come simbolo e vetrina principale per i viaggiatori che arriveranno in citt, per i mesi di Expo e non solo.

Siamo in attesa delle ultime conferme ma ci sono buoni segnali , ha precisato la direttrice del nuovo polo museale regionale, Sandrina Bandera, che ha poi presentato il sistema di luci definendolo una nuova pagina della storia dell'arte, dopo il restauro dell'opera. L'impianto stato realizzato dall'azienda iGuzzini che, in accordo con la Soprintendenza per i Beni architettonici e paesaggistici, ha adottato l'opera vinciana. Gli interventi hanno riguardato tutto il refettorio e il grande salone in cui i Padri domenicani consumavano i loro pasti. La collaborazione tra pubblico e privato un atto dovuto ha commentato Franceschini le risorse private non sostituiranno mai quelle pubbliche, ma possono integrarle . Le difficolt per dare una nuova luce al Cenacolo non sono state poche: Bisognava fare i conti con la ricchezza dei giochi di ombra e luce voluti dal maestro, ha spiegato il direttore del Cenacolo, Giuseppe Napoleone. Leonardo aveva previsto diversi punti di luce nel dipinto, che andava per illuminato dal basso per evitare elementi tecnologici fra l'opera e il visitatore ha sottolineato il sovrintendente dei Beni architettonici e paesaggisti, Alberto Artioli. L'obiettivo era ottenere un sistema non invasivo. Per dare un'illuminazione uniforme cercando di far risaltare ancora di pi i colori, soprattutto i rossi. Fra gli architetti, gli storici dell'arte, i restauratori che hanno dato il loro contributo, anche gli occhi di Pinin Brambilla, che li ha posati per venti anni sul dipinto, nel corso del difficile restauro che ha eseguito, hanno spiegato.

Il nuovo sistema a basso consumo e garantisce un'emissione di calore minore rispetto al vecchio, a fluorescenza, che risaliva a quindici anni fa, permettendo di non turbare i parametri previsti all'interno del Refettorio, dove per questo motivo le visite sono contingentate: si entra a gruppi di 25 persone e per non pi di 15 minuti.





news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news