LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Moto senza freni ambientalisti in lotta per salvare i sentieri
05 aprile 2015 LA REPUBBLICA



Ambientalisti emiliano romagnoli uniti contro moto, quad e fuoristrada sui sentieri dell'Appennino. Il 10 aprile si ritroveranno tutti in Regione, per chiedere agli amministratori di viale Aldo Moro di modificare o rendere pi chiara la legge 14 del 2013 che, nella sua formulazione ambigua, apre di fatto la possibilit di accedere a strade e sentieri di collina e montagna ai mezzi motorizzati. Una legge che, a parere delle associazioni ambientaliste, da Legambiente al Cai, dal Wwf a Italia nostra, fino al Fondo ambientale italiano e alla Fiab (gli amici della bici), si presta a tutte le interpretazioni e per questo legittima i motori sui sentieri, mettendo a repentaglio anche l'assetto idrogeologico di montagne gi in precario equiibrio. Inoltre, delega ai Comuni il potere di introdurre gli eventuali divieti a questi mezzi. Ci, sempre stando agli ambientalisti, un ulteriore via libera alle ruote tassellate, visto che il maggior numero di amanti di motociclette e fuoristrada sono proprio concentrati in Appennino, e mai un sindaco si metter contro queste piccole lobby che rappresentano comunque un bacino elettorale cospicuo per comunit di poche migliaia di abitanti.

Un pasticcio, se misurato con la regolamentazione vigente nelle regioni che ospitano il maggior numero di escursionisti, vale a dire quelle alpine. N in Trentino, n in Valle d'Aosta e Piemonte consentito l'uso dei sentieri ai mezzi a motore se non debitamente autorizzati. Valgono le regole di polizia forestale, che escludono l'accesso, se non a piedi, in bicicletta o con animali. Il tentativo di mediare con un tavolo per redigere un regolamento attuativo della legge non ha dato risultati, visto che si sono scontrate due opposte tendenze. Per i fuoristradisti, anche i sentieri sono equiparabili alla strada e per questo, se li si vuole interdire, occorre apporre un segnale specifico. In mancanza di esso, vale una sorta di silenzio-assenso che consentirebbe il via libera ai motori. Un disastro per gli escursionisti, che si ritroverebbero a convivere con mezzi inquinanti, che sollevano polvere e rendono anche pericoloso il cammino, dato che viaggiano veloci. Inoltre, nemmeno gli agricoltori sono entusiasti di veder percorrere le loro carraie da carovane di quad e moto che a volte sconfinano sui prati o sulle semine. Ma soprattutto il rischio idrogeologico a impaurire, considerando che l'Appennino frana gi di suo. I solchi provocati da questi mezzi, una volta percorsi dall'acqua, si approfondiscono, erodono e creano il presupposto per lo scivolamento dei versanti. (v.v.)





news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news