LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Chieti, benvenuti nello scempio della Civitella
di Lorenzo Colantonio
05 aprile 2015 IL CENTRO



Musei aperti a Pasqua, ma nel piccolo Colosseo d'Abruzzo ad accoglierti ci sono rifiuti, degrado cantieri abbandonati e una scritta: "Spaccate sto vetro"



CHIETI. Ad accoglierti c una scritta: Spaccate sto vetro. Benvenuti nel piccolo Colosseo dAbruzzo, un gioiello del 105 avanti Cristo, deturpato, umiliato e abbandonato. Ma nel giorno di Pasqua, che prima domenica del mese, la Soprintendenza dei beni archeologica fa sapere che i musei restano aperti e che lingresso gratis. Ma come fai a staccare il biglietto per questa vergogna?

Chieti, il museo della Civitella in mano ai vandali
Nel giorno di Pasqua e dei musei aperti il Museo della Civitella di Chieti offre ai turisti degrado, rifiuti, cantieri abbandonati e scritte con vernici spray sulle antiche mura romane (video di Lorenzo Colantonio)

La prima immagine da fotografare lingresso di unarena dove duemila anni fa belve e gladiatori si sfidavano allultimo sangue. Ora trovi una recinzione caduta e accatastata di un cantiere che non c. Lavori fantasma nellanfiteatro della vergogna. Meglio avvisarli prima i turisti. Meglio evitare una figuraccia a Chieti.

Meglio anche ricordare ai politici, di destra, centro e sinistra, che in questi giorni promettono sogni sui loro sei per tre che infestano i muri della citt, che nella lista delle priorit la Civitella ai primi posti. Ma non solo con le promesse non mantenute come lultima del 24 dicembre scorso, vigilia di Natale, quando sui giornali uscirono articoli di questo tenore: Cenere a carbone a DAlfonso, ci pensa Babbo Natale, ovvero Mauro Febbo, consigliere regionale di centrodestra, che annunciava una strenna natalizia sotto lalbero dei teatini, per aver ottenuto il ripristino dei fondi per la Civitella voluti dal centrodestra ma cancellati dal centrosinistra, tuonava il forzista.

Ma che fine hanno fatto quegli 850mila euro? Soldi virtuali come il cantiere dietro alle transenne divelte? Di vero, andando avanti, c invece una voragine che allimprovviso si apre sotto i piedi del turista. Rievoca spettri antichi. Fa tornare in mente Alfredino Rampi, il bambino biondo di Vermicino precipitato in un pozzo profondo cento metri che, negli anni Ottanta, tenne lItalia incollata alla Tivv per la pi tragica delle dirette finita con un lutto collettivo che, da allora, nessuno ha ancora elaborato.

Nel buco della Civitella c acqua putrida e dai bordi spuntano monconi di ferro. Come la rete elettrosaldata della scala, unica via daccesso allanfiteatro per chi arriva dalle ex Orsoline, dove ogni scalino una trappola. Da questa scala, le famiglie patrizie dellantica Teate, citt con 5mila anni pi di Roma, salivano verso gli spalti. Il Cristianesimo non cera ancora, nel 105 A.C., quando sullacropoli i romani realizzarono il piccolo Colosseo che non ha eguali in Abruzzo. Lanfiteatro venne costruito su un importante, antico e venerato santuario cittadino, si legge su una legenda che accoglie il turista. Ma in epoca molto pi recente, cio negli anni Cinquanta, quel gioiello della storia della citt fin sepolto sotto il mitico campo di calcio della Civitella, appunto, dove Chieti e Pescara si sfidavano in partite epiche e i tifosi se le davano di santa ragione.

Fu solo un caso, nel 1982, che, durante gli scavi per realizzare un nuovo serbatoio idrico, venne scoperto lanfiteatro romano che, nel giro dei 18 anni successivi, grazie a un finanziamento da record e unoperazione di archeologia urbana, divenne il Parco archeologico pi ricco di reperti dAbruzzo. Oltre che palcoscenico di artisti del calibro di Roberto Benigni, Franco Battiato e Pino Daniele. Erano gli anni dello Stellario, la discoteca allaperto, eccezionale intuizione di due giovani teatini, che ogni sabato sera richiamava a Chieti non meno di diecimila ragazzi da mezzAbruzzo. Ma torniamo al 4 aprile del 2015: sabato Santo. Non trovi pi Benigni che ti spiega la Divina Commedia ma la Civitella come un girone infernale, quello degli ignavi (leggi: i politici) e dei violenti, ovvero quei vandali che hanno rubato tutto, persino le pompe degli impianti antincendio. Hanno spaccato decine di bottiglie di birra lasciando un tappeto di schegge. E hanno deturpato il piccolo Colosseo scrivendo sui muri bestemmie come ... cane che non si addice alla Pasqua. O quel Noemi ti amo, vergato con lo spray nero su pietre di 2.000 anni fa. Sappia, lo spasimante di Noemi, che Chieti non ama lui.



news

10-08-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 10 agosto 2020

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news