LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Teniamo aperta la biblioteca GAM di Torino
Michele Dantini
L'Huffington Post, 8-4-2015

Non molto tempo fa mi capitato di prendere posizione contro lo smembramento dell'Istituto Warburg di Londra e la dispersione della sua biblioteca (qui). Fortunatamente smembramento e dispersione sono poi stati scongiurati. Oggi ritengo di dover intervenire contro le misure adottate contro un'altra biblioteca, questa volta italiana. L'attuale presidente della Fondazione Torino Musei, Patrizia Asproni, ha ritenuto di dover drasticamente ridurre l'accesso della Biblioteca d'Arte della Fondazione, ubicata presso la Galleria d'arte moderna, per "ottimizzare" (cos ha detto) il servizio. Da 35 ore di apertura settimanale a 11 ore: di fatto una chiusura.

Stupisce che le esigenze di studio e ricerca siano tenute in cos vile conto da Asproni in ragione della loro gratuit, una virt civica, in definitiva: il prestigio della Fondazione da lei presieduta rischia cos di essere spiacevolmente disatteso. opportuno ricordare che la Fondazione Torino Musei non ha fini di lucro in base al suo stesso statuto, che troviamo qui, privilegia priorit di crescita individuale e collettiva a lungo termine ed tenuta a operare in "collaborazione con il sistema scolastico ed universitario e con istituzioni culturali e di ricerca italiane e straniere".

Sono certo che la Fondazione, di cui tutti ricordiamo in passato iniziative qualificate e memorabili, cui personalmente ho potuto contribuire come storico dell'arte, sapr cercare e trovare risparmio in modi pi ambiziosi e efficaci delle "ottimizzazioni" previste da Asproni, non solo invise ma del tutto sprovviste di un qualsiasi slancio immaginativo.

Vorrei inoltre suggerire all'attuale presidenza di chiedere indirizzo e chiarimento, in tema di no profit, etiche del dono e generosit pubblica, da chi, economicamente minoritario, tuttavia combatte in forma responsabile per continuare a esercitare il proprio diritto costituzionale allo studio e alla formazione. A questo scopo lascio che a parlare siano gli studenti di storia dell'arte dell'universit di Torino, che della stessa biblioteca si servono da decenni e ne traggono opportunit non solo di studio ma anche di cittadinanza.

Le spiegazioni che ci dovete

In qualit di studenti di storia dell'arte, utenti abituali della Biblioteca dʼArte della Fondazione Torino Musei (GAM), abbiamo il diritto e il dovere di prendere posizione rispetto alla drastica riduzione dʼorario della biblioteca stessa. Ci chiediamo innanzitutto quali siano le linee della politica culturale che hanno portato a questa decisione e ci stupiamo profondamente che, in quanto amministratori di un bene pubblico, non vi sentiate in dovere di fornire a tutti spiegazioni dettagliate a fronte di un provvedimento di per s davvero poco comprensibile.

Abbiamo pertanto deciso di auto-prolungarci oggi l'orario di apertura della biblioteca. Per il rispetto profondo che nutriamo nei confronti di questo luogo e di quel che rappresenta, non intendiamo occuparlo n superare il numero di persone consentite in sala dai parametri di sicurezza. Pensiamo che la quasi chiusura di un servizio cos importante sia un segnale pessimo, in Italia e all'estero.

Chiediamo che vengano mantenute le 35 ore di apertura settimanali e vi invitiamo a fornire delle spiegazioni in un incontro pubblico, davanti alla cittadinanza e ai giornalisti, presso lʼUniversit. Torino una citt ricca di potenzialit che l'amministrazione cittadina da sempre dichiara di voler sfruttare al meglio. Il fondo librario dei musei civici un assoluto gioiello e una realt bibliotecaria tra le pi importanti in Italia: crediamo che una citt con vocazione universitaria e turistica debba perseguire una politica culturale lungimirante che non punti al poco profitto economico realizzato subito, ma che investa realmente in cultura. Investire in cultura, come le amministrazioni e il Governo vanno stancamente ripetendo da anni, vuol dire soprattutto investire sui giovani. Capiamo benissimo che da un lato le istituzioni culturali debbano stare al passo coi tempi e, dall'altro, si debba far fronte a restrizioni economiche drastiche, ma ogni decisione prima di tutto una decisione politica, per cui nascondersi dietro a una calcolatrice sarebbe un atto di codardia. Se davvero, come Patrizia Asproni ha dichiarato a La Repubblica, l'intento di "ridurre lʼorario per migliorare il servizio", spiegateci le tempistiche e le finalit di questa "ottimizzazione".

La Torino che vogliamo una citt che non chiude le biblioteche, che non ospita soltanto grandi mostre, ma che investe sulla cultura e sulla ricerca.

Noi siamo gli studenti sui quali questa citt deve puntare e siete tenuti a dare delle spiegazioni.

Gli studenti di storia dell'arte dell'universit di Torino

http://www.huffingtonpost.it/michele-dantini/teniamo-aperta-biblioteca-gam-torino_b_7003154.html#


news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news