LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

MASSA LUBRENSE-La polizia sequestra il cantiere del comune di Massa Lubrense
Fabrizio Geremicca
Corriere del Mezzogiorno-Napoli, 09/04/2015

Lintervento dopo una denuncia del Wwf, che lamentava la sostituzione della pietra col cemento e con lasfalto ed il taglio di un ulivo nella frazione Torca. Il sindaco Gargiulo: Tutto in regola, abbiamo presentato istanza di dissequestro

Lavori finanziati dal comune di Massa Lubrense, ma abusivi secondo la polizia del commissariato di Sorrento, guidato da Antonio Vinciguerra, che ieri mattina intervenuta ed ha sequestrato il cantiere. Il provvedimento dovr ora essere sottoposto al vaglio del magistrato. La vicenda riguarda la risistemazione almeno cos stata definita dallamministrazione comunale e dai tecnici di Massalubrense di via san Concielo, una strada che da via Monticello Bona conduce a vecchi casali, molti dei quali peraltro trasformati da interventi edilizi recenti, nel borgo rurale di Torca.

Il Wwf
Nel corso dei lavori accusa Claudio dEsposito, del Wwf della penisola sorrentina, attivando cos il sopralluogo della polizia stato tagliato un ulivo, sono state collocate fasce in cemento rigato assolutamente in contrasto coi materiali tipici della zona, in particolare con le pietre, sono stati effettuati sbancamenti. Sono stati alcuni escursionisti ad allertare il Panda. Aggiunge: Giova ricordare che lintero territorio del Comune di Massa Lubrense stato dichiarato di notevole interesse paesaggistico e ricade nellambito di efficacia del P.U.T. per lArea Sorrentino-Amalfitana. La tipologia dei materiali messi in opera, nella fattispecie cemento moderno ed asfalto in luogo della tradizionale pietra arenaria, costituisce elemento estraneo alla tradizione storico-architettonica del sito rurale.

Acquisiti documenti
Marted il primo sopralluogo della polizia, che poi ha acquisito documenti negli uffici tecnici del Comune ed ha concluso che le opere non erano legittime. In particolare, non sono state trovate le autorizzazioni della Soprintendenza relative alla posa in opera dei binari in cemento. Neppure sono emersi riscontri documentali per giustificare il taglio di almeno un ulivo. Perfino latto di cessione di un piccolo tratto della strada da una signora al Comune, secondo la polizia che intervenuta, si presterebbe a critiche e perplessit, perch realizzato solo con una scrittura privata. In sostanza, lipotesi degli inquirenti, dietro quella cessione fittizia potrebbe comparire una sorta di regalo da parte dellamministrazione al privato, che avrebbe fruito di lavori sulla sua strada pagati dal Comune. Infine, per gli inquirenti tutta da verificare la legittimit dellaffidamento diretto dellintervento ad una impresa senza gara di appalto. Vero , infatti dice uno degli investigatori che la spesa per ciascuno dei due lotti era inferiore alla soglia oltre cui bisogna bandire un appalto, ma altrettanto vero che potremmo trovarci in presenza di un frazionamento artificioso di un unico lavoro, finalizzato appunto ad evitare la gara di appalto.

Il sindaco: siamo al ridicolo
La vicenda imbarazza non poco il sindaco Leone Gargiulo, a poco pi di un mese dalle elezioni per il rinnovo del mandato. Siamo al ridicolo sbotta perch ci siamo limitati ad un intervento per mettere in sicurezza una strada con una pendenza al settanta per cento. Non vero che abbiamo sostituito il tratto in pietra col cemento, perch le pietre erano solo nella prima parte della stradina e l stanno. Abbiamo rimosso nel secondo tratto il cemento che esisteva gi ed era rovinato. Quanto allulivo, stato solo potato. Non cera alcuna necessit di autorizzazione della Soprintendenza. Lavvocato del Comune ha gi presentato istanza di dissequestro.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news