LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Iraq senza pace. Nel mirino dellIsis studenti e rovine
Lorenzo Cremonesi
Corriere della Sera 13/4/2015

Rapiti 150 ragazzi, siti archeologici devastati

Lo Stato islamico (Isis) torna alloffensiva in Iraq. Bombe a Bagdad provocano almeno dodici morti, nuovi video di devastazioni tra i siti archeologici, attacchi di pattuglie armate nella provincia di Al Anbar e vasti combattimenti nella zona della raffineria di Baji: sono i segnali pi evidenti della volont jihadista di riprendere liniziativa su larga scala. Lazione pi recente pare essere il rapimento di 150 studenti di 12-15 anni per addestrarli alla guerra. Da oltre un mese le brigate di Isis apparivano in difficolt. I comandi in Siria avevano mandato i loro uomini migliori a difendere la citt di Tikrit, assediata dalle milizie sciite con il sostegno delle unit scelte dei pasdaran iraniani e persino il sostegno dallaria della coalizione a guida americana. Oggi gran parte di Tikrit stata liberata. Bagdad parla apertamente di vittoria.
Tuttavia, i fatti sul terreno presentano una situazione molto pi complessa. Sacche di guerriglieri jihadisti sostenuti dalla popolazione sunnita locale continuano a resistere nel centro di Tikrit. E lazione stata talmente costosa e complicata per le forze alleate a Bagdad che stato deciso di rinviare, almeno temporaneamente, lattesa offensiva verso Mosul (caldeggiata pi dagli americani che dal governo iracheno deciso a proseguire verso ovest).
Le direttive dellattacco anti Isis hanno cambiato cos direzione e sono tornate a concentrarsi su Falluja e Ramadi, le citt pi importanti della provincia sunnita centro-occidentale di Al Anbar. Ma anche qui la situazione complicata. Emergono notizie di decine di migliaia di profughi in fuga da Ramadi. Le trib locali sono divise tra filo governativi e pro qaedisti. Un inatteso diversivo si tra laltro manifestato attorno alla grande raffineria di Baji, pi o meno a met strada tra Mosul e Bagdad. I jihadisti lavevano presa a fine agosto. Poi era stata liberata dai filo governativi a inizio autunno. Rappresenta la raffineria pi importante del Paese, prima degli attacchi di Isis era tornata a raffinare 300 mila barili di greggio al giorno. Per il governo importante, ma ne possiede altre nelle regioni sciite a sud. Per Isis invece averne il controllo sta diventando vitale. I bombardamenti della forza aerea a guida Usa pare abbiano devastato le sue risorse petrolifere in Siria. Il greggio sino a pochi mesi fa costituiva unentrata importante per le casse del Califfato. Sottobanco ne vendevano persino al regime di Bashar Assad. Ma ora la benzina comincia a mancare. E senza carburante non si combatte.
Questo non blocca tuttavia la furia iconoclasta di Isis. I suoi social media diffondono in Rete le immagini dellennesima devastazione nellantico sito assiro di Nimrud, presso Mosul. Non la prima volta che i jihadisti ne annunciano la distruzione. Ma adesso la documentano con i video. Bulldozer, esplosivo e picconi: la scena nota. Ogni volta che conquisteremo un territorio distruggeremo i simboli del politeismo e diffonderemo il monoteismo, sostengono i barbuti di fronte alla telecamera.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news