LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

"Un marmo sopra l'altro cos rialzeremo le colonne del Foro di Traiano"
SARA GRATTOGGI
15 aprile 2015 LA REPUBBLICA



NON sar una semplice anastilosi, ma un'articolata ricostruzione di uno scorcio della Basilica Ulpia, il pi grande edificio civile della Roma antica, che chiudeva sul lato nord la piazza del Foro di Traiano. A raccontare il progetto per la ricomposizione del doppio ordine di colonne della navata centrale della Basilica, finanziato con 1,5 milioni di euro (dei due donati al Campidoglio) dal magnate uzbeco Alisher Usmanov, il sovrintendente capitolino, Claudio Parisi Presicce. Si tratta di un progetto estremamente ambizioso spiega perch per la prima volta si interviene con un restauro cos complesso, soprattutto dal punto di vista delle norme e dei requisiti antisismici . L'anastilosi dei due ordini di colonne quattro in granito grigio, gi rialzate negli anni Trenta, a cui saranno sovrapposte le tre in marmo cipollino all'epoca collocate fuori posto, poco lontano richieder due anni di tempo. E seguir quella gi in corso per sette delle colonne del Foro della Pace.

Il progetto della Sovrintendenza capitolina per il Foro di Traiano prevede due fasi. Nella prima si verificheranno le fondazioni, si metteranno in sicurezza e si restaureranno le quattro colonne in granito grigio egiziano. E si riprodurr con materiale simile all'originario il fregio-architrave che raffigura la Vittoria tauroctona e le Vittorie che adornano candelabri con ghirlande, dopo i rilievi con il laser scanner dei frammenti superstiti conservati a Roma e a Monco di Baviera. Il fregio sar montato sopra i capitelli delle colonne, completando cos il primo ordine. Si passer allora alla seconda fase, in cui le tre colonne di cipollino verranno prima smontate e restaurate, per poi essere ricomposte sopra il fregio- architrave. Si dar cos spiega il sovrintendente l'idea dello sviluppo verticale originario della Basilica Ulpia, raggiungendo un'altezza di circa 23 metri (pari a circa la met di quella della vicina Colonna Traiana). E una suggestione di come doveva apparire, quasi duemila anni fa, il Foro di Traiano, costruito dall'imperatore fra il 105 e il 112 d. C. con il bottino di guerra ricavato dalla conquista della Dacia e considerato dagli antichi romani come una delle meraviglie architettoniche del mondo. Ma per garantire la tenuta statica dei due ordini ricomposti, vista l'altezza complessiva, sar necessario ricostruire anche la navata laterale della Basilica Ulpia, completando la trabeazione su tutti e due i filari di colonne annuncia Presicce . Riproducendo anche l il fregio, che sar probabilmente realizzato in marmo o in resina con polvere di marmo, per un risultato simile a quello che si presentava agli occhi degli antichi.




news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news