LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Venezia. Rialto, Rosso apre il restauro. Spinta morale
Gloria Bertasi
Corriere del Veneto 16/4/2015

Restaurare il ponte di Rialto? un obbligo morale. Mr Diesel Renzo Rosso ha aperto ieri i cantieri a Venezia.

VENEZIA. Ha ammirato i restauratori che posizionavano sottili garze di carta giapponese sulla balaustra, ha voluto sapere tutto sul restyling di Rialto e, emozionato come se fosse una sfilata della sua Diesel, Renzo Rosso ha esordito: Speriamo che venga bellissimo e che nei cantieri non ci sia corruzione. Ieri il pap dei jeans pi venduti al mondo volato a Venezia in elicottero dallUniversit Tor Vergata (Roma), dove alle 11 stato insignito di un dottorato in marketing. Voleva essere presente allavvio dei cantieri sul ponte fotografato da milioni di turisti. Daltronde, senza la sua sponsorizzazione di 5 milioni di euro, i lavori non sarebbero mai partiti. Sono un imprenditore di successo, un mio dovere restituire qualcosa alla collettivit, ha spiegato. Le maxi affissioni sui cantieri, a cui la sponsorizzazione d diritto, non riprodurranno il logo di Diesel o di Only the brave (Otb), il gruppo a cui fa capo Diesel e che finanzia il restauro, ma i manifesti di una mostra. Organizziamo con Marni, il mio brand del lusso democratico, una mostra durante la Biennale darte allabbazia di San Gregorio - ha detto - il suo manifesto sar la prima campagna pubblicitaria sul ponte. Davanti alle grandi impalcature di Rialto Rosso stato un fiume in piena ieri. stato fantastico parlare con i giovani oggi (ieri, ndr ) a Roma - ha raccontato - sono sangue vergine, la fertilit dellItalia non come quei vecchi corrotti con la pancia che pensano solo ai loro interessi. E nel frattempo i restauratori di Lares, lazienda che con Lithos e Setten si aggiudicata lappalto, non si sono mai fermati. Abbiamo un anno e mezzo, dobbiamo essere sempre qua - ha spiegato Mario Cherido, di Lares - avremo quattro squadre al lavoro giorno e notte. Al calar del sole, arrivano gli operai con i ponteggi, allalba gli esperti in restauro. I 500 anni di Rialto si stanno facendo sentire e ci sono molti acciacchi da sistemare. La pietra dIstria si sgretola e cadono frammenti, i pavimenti vanno restaurati ed impermeabilizzati con una guaina liquida che protegga il manufatto da s stesso. Mattoni e pietra trasudano infatti sali che, in termini tecnici, si chiamano di ricristallizzazione e producono quelle chiazze bianche che si vedono sullarcata. Sul lato del palazzo dei Camerlenghi, sede della Corte dappello, ci sono problemi statici da sistemare. Inoltre, i lastroni dellarcata nascondono centinaia di cavi dei sottoservizi e va capito quali servono e quali si possono eliminare senza tagliare la luce o altre utenze a negozi e case. Per fortuna, non va eliminata la fuliggine. stata pulita, malamente, nel 1975 - ha detto Cherido - la pietra non di grande qualit, a fine 500 dalle cave istriane si era gi estratto il prodotto migliore. I cantieri sono iniziati sul lato della sede dellex Magistrato alle Acque ma Lares spera di insediarsi anche sul versante di campo San Bartolomio dove ha gi tolto parti di pavimenti, che saranno ripuliti e riposizionati. Se alcuni elementi risulteranno irrecuperabili, stata individuata a Muggia (Trieste) una cava dove recuperare pezzi sostitutivi. Nei lavori, non dovrebbero emergere reperti archeologici se non alle basi di Rialto ma sono gi noti e non dovrebbero produrre ritardi.
Sono preoccupati per le sorti delle loro attivit i 24 commercianti del ponte e si sono riuniti in un comitato per trattare con il Comune: nei prossimi 18 mesi, il ponte sar parzialmente chiuso e temono il peggio. Ci sar qualche sofferenza ma si pensi ai benefici futuri - ha commentato Rosso - in Italia tutti pensano solo al proprio orticello, si bloccano autostrade per un orto, non bisogna pi ragionare in questi termini. Rosso ha staccato lassegno da 5 milioni quando era sindaco Giorgio Orsoni e nellultimo anno ha trattato con lamministrazione commissariale. Commissari davvero bravi, mi piace questItalia che prende i problemi per le corna, ha detto. Limprenditore disgustato dalla corruzione della politica ma, per lui, in Veneto ci sono esempi di buon governo. Non conosco i suoi competitor ma Luca Zaia s ed eccellente, lho detto anche a Matteo Renzi, dovrebbe metterlo a coordinare le Regioni.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news