LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

GENOVA-Renzo Piano e il Whitney di New York: Pensato come lacquario di Genova
Paolo Mastrolilli
Secolo XIX, 24/04/2015

Renzo Piano lo definisce un edificio disubbidiente, e in questa frase c tutta la filosofia del nuovo Whitney Museum che ha progettato, e che aprir al Meatpacking District di Manhattan il primo maggio. Disubbidiente come lAmerica, e perci libero, aperto alla citt, fuso con lambiente urbano circostante, perch i musei non devono intimidire, ma piuttosto avvicinare la gente e incuriosirla allarte.

Incontro Piano nel caff allingresso del museo, che tutto un programma: i tavolini sono separati dal marciapiede esterno da una vetrata, ch se uno non fa attenzione ci va a sbattere contro. Infatti la gente che passa si affaccia, riconosce larchitetto famoso, e si ferma a scattare foto.

La citt passa dentro alledificio, anche non volendo, e cos magari entra, scoprendo la bellezza dellarte. Questa lidea da cui partito Piano: I musei non devono intimidire la gente, ma attirarla. un po il concetto che avevo cercato di realizzare anche al Beaubourg.

Il punto di partenza stata lacqua: Io sono nato a Genova, lacqua per me un elemento fondamentale. Quando non c, me la vado a cercare, perch rende tutte le cose pi belle. In questo caso non si dovuto sforzare troppo, perch il lato occidentale del nuovo Whitney si affaccia proprio sullHudson River: Quando ho saputo che volevano trasferirlo in questa zona ho accettato subito lincarico, perch mi offriva la possibilit di lavorare in un ambiente ideale. Ideale perch mi consentiva insieme di flirtare con la citt, e giocare con lacqua.

A questo punto serve una spiegazione topografica. Il nuovo Whitney ha abbandonato la sede disegnata da Marcel Breuer sulla Madison Avenue, Uptown, per tornare alla sue origini Dowtown. Ha individuato lo spazio fra lHighline, ossia il parco realizzato sopra una linea abbandonata della metropolitana, che diventato la pi grande attrazione turistica di New York degli ultimi anni, e lautostrada che corre lungo lHudson: uno spazio irregolare, che richiedeva una soluzione complessa. Un invito a sfogare la sua creativit: La parte orientale delledificio guarda verso la citt, e flirta con lambiente urbano circostante. Quella settentrionale doveva essere flessibile, perch potenzialmente qui c lo spazio per futuri ampliamenti della struttura. Quella meridionale ha davanti il sole, e andava protetta. Quella occidentale invece guarda verso il West, il fiume, lo spazio, il resto del mondo, e quindi doveva essere aperta. Un po come la cultura americana, che poi al centro dellarte esposta al Whitney: libera, innovativa, a volte anche disubbidiente.

Il risultato un edificio che promette di diventare una destinazione turistica in s, oltre alla collezione di opere che ospita. Perch la gente ci arriva dentro anche per caso, passeggiando sul marciapiede, e poi si arrampica sui piani che ospitano saloni e terrazzi con viste sorprendenti sulla citt: vero, esiste il rischio che le persone vengano qui solo per ammirare la vista. Per dicevano cos anche del Beaubourg, e alla fine stato vero il contrario. Magari la struttura attirer i visitatori, ma una volta dentro scopriranno larte, che la ragione della sua esistenza. Questi sono gli edifici che mi interessa fare: quelli che non si impossessano della citt, ma la so



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news