LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

GORIZIA. Torrenti disegna il piano per svecchiare la cultura
22 aprile 2015 IL MESSAGGERO VENETO



Lassessore regionale punta sulle sinergie tra associazioni. Dare ascolto allutente finale


Un mondo della cultura da svecchiare, troppo centrato su operatori che sono sempre gli stessi, con proposte poco innovative e lontane dai gusti del pubblico. Questo ci che sta costringendo unamministrazione regionale, con molti meno fondi rispetto a pochi anni fa, a rivedere le sue politiche. In futuro, queste dovranno essere centrate anche sullutente, visti i monitoraggi sempre pi realistici e severi che sta effettuando chi deve stanziare contributi. E per inciso, sono il 40-45% in meno rispetto a pochissimi anni fa. Un discorso che ha fatto ieri sul tema lassessore regionale alla Cultura Gianni Torrenti a Gorizia, in apertura al convegno Amministrazione della cultura nellAlto Adriatico. Friuli Venezia Giulia, attivit culturali e dimensione europea, organizzato dallassociazione Historia. Con l'assessore vari ospiti, tra cui diversi dirigenti regionali del settore, lex direttore del Primorski Dnevnik Bojan Brezigar e il presidente della Giunta esecutiva dellUnione italiana di Slovenia e Croazia Maurizio Tremul. Lobiettivo delliniziativa era legare lo studio della disciplina regionale del Friuli Venezia Giulia per il settore delle attivit culturali con le ricerche di Historia e dellassociazione Coordinamento Adriatico di Bologna sulla toponomastica in Alto Adriatico e sugli archivi che conservano il patrimonio storico e artistico italiano. La tematica si lega alle problematiche delle minoranze. Torrenti, cui sono spettate anche le conclusioni, in apertura ha sottolineato: I linguaggi stanno cambiando e, pur avendo buoni prodotti, ottime collezioni e grandi possibilit di sviluppo e di lavoro, non sono pi adatti al pubblico, soprattutto giovane. Ci sono poi moltissime associazioni, il che va benissimo, ma sono 10 mila 338. chiaro che si rischia di essere autoreferenziali. Queste e altre considerazioni non vogliono spaccare un settore con laccetta, ma fare un quadro abbastanza fedele. Tra le soluzioni, delle normative che accompagneranno le realt a confrontarsi e a lavorare in sinergia e leggi mirate a creare competizioni tra strutture simili. Nella fase intermedia, qualcuno ci rimetter le penne, ma poi nel tempo dovrebbe nascere un nuovo sistema, che comprenda le realt emergenti. Tra le novit, una legge in calendario il prossimo 8 settembre sui beni culturali, architettonici e archeologici. In pratica i musei dovranno inseguire standard e parametri di tipo europeo dai quali siamo lontanissimi. Parlo di una gestione scientifica, della capacit di formare del personale interno che si relazioni adeguatamente col visitatore, di bookshop, di punti di ristorazione. Di cose che, evidentemente, non abbiamo. (e.mass.)



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news