LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Venezia, confusione sotto il cielo
28 aprile 2015 LA NUOVA VENEZIA



Se cerco di girarmi l'universo si gira con me e dall'altra parte dell'universo non va affatto meglio. Pensiero non incoraggiante attribuito a Kerouac, ma che di sicuro ben si presta per alcune considerazioni sull'osservatorio veneziano (e veneto). Un osservatorio in cui precipitano e interagiscono tra loro diversi fattori e che, al momento, si sparpagliano in vari punti della nostra parte di "universo", con il risultato di porci ancor di pi in confusione. A voler essere follemente ottimisti, ci si potrebbe rifugiare nella schizofrenica astuzia del paradosso "grande la confusione sotto il cielo, dunque la situazione eccellente". Di qui il nostro guardare con miniaturizzata speranza alle prossime elezioni comunali (e regionali), cercando in quell'orizzonte democratico imperscrutabili indizi di una qualche possibile apertura nella chiarezza, di una effettiva fuoriuscita dalla confusione. Cos da noi, mentre a Roma c' un ministro che, sommando tra loro le ragioni e le aspettative del "sistema cultura" e del "sistema turismo", si augura che i venti milioni di visitatori previsti per "l'evento Expo" si incanalino anche verso "l'evento Venezia", come se da noi non fossero pi che sufficienti quei 34 milioni di presenze registrate gi lo scorso anno nella sola area veneziana. Una massa di persone che ha innalzato a livelli pesantissimi l'invivibilit nel centro storico lagunare in parallelo con l'abbassamento della qualit dell'offerta turistica nel suo insieme. Ove non bastasse l'inarrestabile attrattiva di Venezia in quanto Venezia, cui vanno aggiunti i richiami irresistibili rappresentati dalla Biennale e da tutto il resto del corollario sconfinato di mostre messe in campo da questo piuttosto che da quel soggetto, ecco che ai margini della landa stretta tra le archeologie industriali di Porto Marghera, i canali, le barene devastate e il Ponte della Libert, stata costruita una codina dell'Expo di Milano. Di che si tratta? Naturalmente di "un enorme spazio di 50 mila metri quadrati" che ospiter il progetto Aquae 2015.Per non farci mancare nulla sembra che a giugno i tradizionali vettori, che trasportano ogni giorno centinaia di migliaia di visitatori,saranno potenziati dall'arrivo del tram sulla scena martoriata di piazzale Roma. Tuttavia, in attesa che qualcuno (chi?) risolva il problematico rapporto navi da crociera-Venezia, la grande area post-industriale di Porto Marghera continua a essere la Sfinge impassibile e inerte dell'enigmatico futuro dell'immaginaria Citt metropolitana. Eppure l c' il cosiddetto "sentiero luminoso", l'antico canale dei Petroli, che da pi di mezzo secolo si apre dalla bocca di Malamocco fino ai piedi della Sfinge-Porto Marghera senza che nessuno tra quelli che contano per davvero "veda" quei luoghi come lo straordinario waterfront di una contemporaneit sostenibile, non escluso l'approdo delle navi da crociera ovviamente compatibili con fondali e ambiente lagunare. Nel frattempo si conviene che proprio di fronte alla Sfinge-Porto Marghera resta attiva la mafia che controlla il Tronchetto, un'isola ormai conquistata da popolazioni cinesi vaganti, e che, comunque, il posto dove meglio si coglie il legame organico che si crea tra incontrollati e massicci flussi turistici e varie forme di criminalit. Torniamo ora a cultura e turismo, oppure a turismo e cultura (dove la precedenza attribuita a uno piuttosto che all'altro termine aiuta a capire che interessi e obiettivi non sono sempre coincidenti), nell'auspicio che dal suddetto binomio vadano strappate via logore banalit e inaccettabili stupidaggini (una su tutte? Si dovrebbero tenere aperti i musei anche di notte). Purtroppo invece tra banalit e stupidaggini, a Milano come a Venezia, continuer a correre un insensato accumulo di "eventi", nient'altro che colpi micidiali contro la cultura ma anche contro il turismo, che in tal modo rester il peggiore tra i turismi possibili, nell'illusione che forse, finalmente, si renda chiaro ai pi che a Venezia, dentro a quel binomio, c' moltissimo da rivedere.




news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news