LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TORINO - Migliaia in coda per musei e mostre l'effetto Sindone da Venaria all'Egizio
Marina Paglieri
03 maggio 2015 LA REPUBBLICA



QUASI 20mila visitatori in due giorni alla Reggia di Venaria e code chilometriche all'Egizio (in più di 13mila sono entrati tra ieri e l'altro ieri), molti in attesa nell'atrio di Palazzo Madama per potere accedere all'Autoritratto di Leonardo, visto da 3mila persone. Pubblico numeroso e file alle casse del Polo Reale, 5500 gli ingressi l'1 e il 2 maggio tra Palazzo Reale, Sabauda,Armeria Reale e Archeologico , e bene anche le mostre, da Modigliani alla Gam a Tamara de Lempicka a Palazzo Chiablese. Frequenza di pubblico alta anche per la Sindone, con file formate da chi non aveva prenotato (ma gli organizzatori avvertono che esiste la possibilità del last minute all'Info point di piazza Castello) e si è dovuto accontentare di sostare nella navata centrale del duomo. File anche al Museo Diocesano per ammirare il "Compianto sul Cristo morto" del Beato Angelico.

Un ponte da tutto esaurito per i musei e i siti d'arte torinesi, complice anche l'Ostensione, mentre è troppo presto per calcolare le ricadute dell'Expo. Un successo "artistico" confermato dal Wall Street Journal, che il 30 aprile in un articolo dedicato al "Secondo Rinascimento del nord Italia", accanto all'Expo appunto, alla Biennale di Venezia, alla Fondazione Prada e al Museo di Armani, ha citato la Fondazione Sandretto.

I dati di affluenza dei primi due giorni, più che soddisfacenti, dovrebbero essere confermati oggi: anche perché nella prima domenica del mese si entra gratis nei musei statali, quelli appunto del Polo Reale, e nelle regge sabaude.

Si paga però a Venaria (la cui gestione non è più statale): oggi sono previste le Giornate da Re e Musica a corte, con spettacoli e attrazioni, domani la Reggia resta aperta in via eccezionale, per prolungare di un giorno il ponte. «Si sono visti tantissimi turisti da fuori Torino, anche pellegrini, che hanno privilegiato il percorso storico e il Bucintoro, mentre i torinesi preferiscono le mostre temporanee, da "Pregare" ai gioielli di Buccellati" dicono dagli uffici.

Non accenna a diminuire la passione per l'Egizio, che a un mese dall'inaugurazione ha già contato più di 115mila ingressi. E non viene meno la pazienza di chi si mette in fila lungo via Maria Vittoria (ieri mattina si partiva da via Carlo Alberto), affrontando lunghe attese, anche perché i biglietti on line erano esauriti: tra le sorprese, oltre ai sempre più numerosi stranieri, "un nuovo pubblico più giovane, soprattutto di 30/40 enni, che finora si era visto poco", confermano i responsabili.

Alla Gam, dove ieri si preparava la diretta con la trasmissione " Che tempo che fa", protagonista la torinese Levante, si sono riviste per Modigliani, e per "Tuttto vero", le code: i visitatori nei due giorni sono stati all'incirca tremila. Quasi in 4mila hanno visto invece "Tamara de Lempicka" a Palazzo Chiablese. Al Museo del Cinema gli ingressi nei due giorni sono stati oltre 8mila (e prosegue intanto fino al 17 maggio la mostra "Al Fronte", dedicata a cineoperatori e fotografi della Grande Guerra). In 1745 invece hanno varcato il portone del Museo del Risorgimento a Palazzo Carignano. Oggi è infine l'ultimo giorno per vedere al Mao "Marco Polo. La Via della Seta nelle fotografie di Michael Yamashita".





news

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

Archivio news