LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

PISA - Troppa disorganizzazione, rovinata la visita alle navi antiche
di Danilo Renzullo
03 maggio 2015 IL TIRRENO



In centinaia si sono presentati al sito archeologico per lapertura straordinaria, ma limpossibilit di prenotare e la mancanza di personale hanno creato problemi

PISA. Il Cantiere delle navi antiche fa il pieno. Di visitatori e di critiche. stato un successo dal doppio volto la giornata di apertura straordinaria del sito archeologico di Pisa San Rossore. Gli oltre 500 turisti che in occasione del Primo Maggio hanno visitato il cantiere delle navi antiche dimostrano l'appeal turistico del sito di via Bianchi Bandinelli. Un successo, ma solo in termini numerici. Il grande afflusso di turisti ha fatto emergere anche l'altro aspetto del sistema cultura e turismo: la disorganizzazione che, unita al lavoro volontario, non permette di assicurare il giusto sviluppo, da tanti auspicato, del settore.

La scarsit di personale addetto alle visite guidate e l'assenza di un sistema di prenotazioni hanno mandato in tilt la giornata di apertura straordinaria (ad ingresso gratuito) del sito archeologico, organizzata dalla Soprintendenza Archeologica della Toscana nell'ambito dei progetti locali 2015.

In frantumi andata anche la pazienza delle centinaia di persone che si sono ritrovate, a gruppi, all'esterno del sito storico con tempi di attesa anche di due ore. Le visite guidate ai laboratori del cantiere (che, anche se non un museo, offre la possibilit di ammirare i reperti dello scavo, i restauri in corso e le navi restaurate in via di ricomposizione) sono quasi triplicate rispetto alle previsioni.

Gli organizzatori avevano programmato otto visite da circa un'ora l'una con gruppi che, per ragioni di sicurezza, non possono superare le 25 persone (200 in tutto quelle attese). Il grande afflusso di visitatori ha spiazzato anche loro, che hanno cercato di accontentare tutti, ma con inevitabili disagi. Ad accogliere i turisti solo cinque operatori della Soprintendenza regionale che hanno aderito all'iniziativa su base volontaria. Inoltre non era stato previsto un servizio di prenotazione.

Tutto ci ha lasciato l'amaro in bocca a molti dei visitatori del sito che, in attesa della ristrutturazione e dell'allestimento del museo che ospiter il patrimonio recuperato agli Arsenali Medicei, continua a regalare sorprese e tesori. Oltre alle navi, databili tra il III secolo a.C. e il VII d.C (31 quelle ritrovate), emerso anche un tesoro di anfore, vasi e lucerne di epoca romana. Il cantiere ospita circa 300 tra scolaresche, visitatori e associazioni al mese. Lo scorso anno, Archeologia, cooperativa fiorentina che gestisce il sito, non coinvolta nella giornata di venerd, ha staccato quasi 2.000 biglietti.



news

03-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 3 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news