LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

PISA - Trovatelli, fondi pubblici per acquisto e restauro
di Daniele Benvenuti
04 maggio 2015 IL TIRRENO



Avanza linteresse della Cassa depositi e prestiti per limmobile di via Santa Maria. Loperazione potrebbe legarsi a unaltra simile per un edificio nel centro di Lucca


PISA. Si fa strada lipotesi che il palazzo dei Trovatelli possa essere ceduto dallAzienda ospedaliero-universitaria pisana, proprietaria del complesso che si affaccia su Piazza dei Miracoli, alla Cassa depositi e prestiti per una sua ristrutturazione e successiva vendita. Lanticipazione confermata al nostro giornale dalling. Stefano Lombardi, direttore dellAgenzia del Demanio per la Toscana, trova esempio nella vicina Lucca e provoca pi di una preoccupazione tra i bancarellai, che nelledificio di via Santa Maria continuano a vedere la soluzione della loro vicenda.

La Cassa una societ per azioni a controllo pubblico (il ministero dellEconomia e delle Finanze ne detiene l80,1%). Che stia pensando alloperazione Trovatelli costituisce, tra laltro, una possibilit per sbloccare lattuale situazione di stallo: il complesso nel degrado, con ponteggi per mettere in sicurezza i passanti da distacchi di intonaco e le pressanti richieste della Sovrintendenza allAoup per un intervento di riqualificazione. Nel frattempo, zero offerte concrete per lacquisto ad eccezione della manifestazione di interesse da parte del Consorzio dei bancarellai.


Unoperazione simile in via di concretizzazione a Lucca con il palazzo Tommasi, grande complesso di propriet nellInail che da decenni versa in condizioni di abbandono nella centralissima piazza Santa Maria Forisportam. Poco prima del Natale scorso, lAgenzia del Demanio ha inserito quelledificio in un apposito elenco per la vendita e la valorizzazione degli immobili pubblici; il passaggio successivo sarebbe il conferimento a un fondo immobiliare (gestito dal pubblico) che si occupi di recuperarlo per metterlo poi sul mercato. Gi a fine 2013 il Demanio ha conferito a un fondo di Cassa depositi e prestiti una serie di immobili statali.

Per il palazzo di Lucca, come potrebbe essere per i Trovatelli (e infatti le vicende potrebbero legarsi e coinvolgere altri immobili toscani), la ristrutturazione dellimmobile sarebbe curata dal fondo stesso (con soldi, di fatto, statali) che poi lo metterebbe in vendita. Condizione sicuramente pi allettante per un potenziale acquirente che avrebbe un immobile di lusso in pieno centro pronto da essere sfruttato dal punto di vista commerciale. Difficile altrimenti, proprio come nei casi di Lucca e Pisa, che qualcuno in queste condizioni di crisi economica spenda milioni per acquisire e ristrutturare i palazzi (entrambi vincolati dalla Sovrintendenza) con la prospettiva di metterli a reddito solo dopo qualche anno. Uno scenario del genere potrebbe cambiare le carte in tavola anche per i bancarellai. I Trovatelli ristrutturati diventerebbero appetibili, a questo punto, da privati che finora sono rimasti alla finestra. Privati che per potrebbero a loro volta avere proprio dagli ambulanti il loro guadagno affittando o cedendo il complesso.



news

03-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 3 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news