LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Terremoto in Emilia, "Anni per tornare alla normalit. Sempre pi urgenti gli sconti fiscali"
di Rita Bartolomei
4 maggio 2015 http://www.ilrestodelcarlino.it/

Viaggio nei centri storici, tra cantieri e palazzi ancora disabitati



Modena, 4 maggio 2015 - LA CHIESA di San Francesco a Mirandola esattamente come un anno fa e come lanno precedente. Soffocata da una corazza di acciaio, un intrico di tubi che tiene su quel che resta e ormai fa parte di questo paesaggio ferito. Monumenti, negozi, palazzi. La fatica della ricostruzione, tre anni dopo il terremoto, si misura da qui. Dai centri storici. Le zone rosse non ci sono pi. Vedi tanti cantieri aperti ma anche intere strade di palazzi ancora puntellati. Deserti, come i negozi. Silenzio, pochi passanti. Due anziani procedono lenti, a braccetto, nel centro di Mirandola, una sosta per ogni avviso di cantiere. Un passatempo. Dove sono arrivati, oggi?

Ecco, ma quanto tempo ci vorr perch la gente torni a vivere davvero il cuore dei paesi? Se lo chiedi ai commercianti rispondono: Una vita. Una vita, la prospettiva di Licia Giovanelli della Nuova forneria a Novi di Modena gestita dai figli. Coraggiosi. Dopo sei mesi di casette, la scelta di trasferirsi in centro. Il problema, la gente non spende. Un po per paura, un po perch i soldi non ci sono.

I SINDACI abbreviano. Ancora tre-quattro anni. Lo dice Rudi Accorsi, Pd, che governa a San Possidonio, meno di 4mila abitanti. Analisi realistica: Sulle case private va anche bene, da noi erano 700 quelle che avevano bisogno di ristrutturazione, oggi il 15% finito. Sulle imprese cos e cos, la pratica Sfinge troppo lenta. Ma soprattutto siamo in difficolt sulla parte fiscale. Che sta mettendo in ginocchio i nostri centri. Non basta aver spostato i pagamenti a giugno dellanno prossimo. Quando dovremo onorare quella scadenza, la met del nostro commercio andr in grandissima difficolt. Qui c bisogno della fiscalit di vantaggio, una tassazione pi lieve per alcuni anni in certe zone, sicuramente nei centri storici. Dove la ricostruzione pi lenta anche perch i piani sono regolati da una burocrazia molto molto complessa. Non solo. Spesso i lavori sallungano perch i privati si devono mettere daccordo. Maino Benatti, sindaco democratico di Mirandola, pi ottimista: Qui oltre il 50% dei negozi ha riaperto, 120 su 200. I progetti sulla chiesa di San Francesco? Chieda alla Soprintendenza. Anzi, glielo chiederemo noi. Stiamo cercando di organizzare uniniziativa per fare il punto.

Poi, facendo i conti. Tre anni dopo il terremoto stato erogato un miliardo. Lo spiega Accorsi, dopo lultimo comitato con la Regione. Vuol dire il 15% dei quasi 7 miliardi a disposizione, non poco? Il sindaco sospira: Eh, ci siamo resi conto che ci vuole tanto tempo per ricostruire case, aziende, centri. Almeno sei-sette anni. Senza le chiese. Che saranno le ultime. Tra dieci anni forse....

http://www.ilrestodelcarlino.it/modena/terremoto-emilia-viaggio-centri-storici-1.916547


news

03-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 3 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news