LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Barbari del cemento allarme nel borgo stanze e piani in pi nei palazzi vincolati
GABRIELLA DE MATTEIS
07 maggio 2015 LA REPUBBLICA



I CASI negli ultimi mesi si sono moltiplicati e cos nella citt vecchia scattato l'allarme abusivismo. I tecnici della polizia edilizia del Comune hanno potenziato i controlli che in cinque situazioni hanno portato al sequestro di porzioni di immobili, realizzati abusivamente. Una linea dura quella dell'amministrazione comunale e della procura, destinata a sfociare nelle demolizioni.

Sono i tecnici della polizia edilizia, un nucleo specializzato della ripartizione Urbanistica del Comune, a segnalare i casi alla magistratura. Nei vicoli della citt vecchia, dove sono in corso circa 200 interventi edilizi, sono intervenuti dopo una normale attivit di verifica, ma anche dopo alcune segnalazioni. E cos hanno scoperto che il fenomeno dell'abusivismo, recentemente, diventato di proporzioni pi preoccupanti.

La tipologia di abusi edilizi comune a quasi tutti i casi che hanno portato ai provvedimenti di sequestro. I tecnici della polizia edilizia hanno rilevato la realizzazione, senza alcuna autorizzazione, di nuovi locali all'interno delle abitazioni. In particolar modo, chi ha condotto i lavori abusivamente ha rimosso i sottotetti in legno per realizzare soppalchi o nel peggiore dei casi un piano in pi, aumentando cos in maniera consistente la superficie a disposizione.

Si tratta di un tipo di abuso frequente anche per la tipologia degli stabili del centro storico di Bari. La scoperta dei lavori realizzati abusivamene e senza mai aver chiesto il permesso a costruire al Comune, spesso anche violando i vincoli imposti dalla Soprintendenza, ha portato non solo a una sanzione amminitrativa per i proprietari delle abitazioni, ma anche a una denuncia penale prima e al sequestro poi.

Scoprendo i casi di abusi edilizi, la polizia ha rilevato anche un altro fenomeno: a eseguire i lavori di ristrutturazione e ampliamento degli immobili della citt vecchia sono sempre le stesse ditte. Particolare che quasi sicuramente sar approfondito in ulteriori indagini. Per il momento rimangono i sequestri. I proprietari degli immobili che sono stati multati e denunciati hanno una possibilit: sanare gli abusi, ripristinando a proprie spese la situazione originaria.

Ipotesi che, come dimostrano anche altri casi, scoperti in passato in citt, non sempre viene seguita. Chi, al termine del procedimento penale, viene condannato pu usufruire della sospensione della pena, qualora si attenga all'ordine di demolizione. In caso contrario, il beneficio viene revocato, ma l'abbattimento che sempre a spese dell'imputato rimane sulla carta perch l'esecuzione della sentenza non sempre o almeno non i tempi rapidi viene garantita dallo Stato. Ed per questo che il procuratore capo Giuseppe Volpe ha deciso di istituire un pool di magistrati che ha il compito di vigilare perch le esecuzioni delle pene (in questo caso la demolizione delle porzioni di immobili costruiti abusivamente) si concretizzi in tempi rapidi.

La polizia edilizia - spiega l'assessore comunale all'Urbanistica Carla Tedesco- quotidianamente, impegnata in un'attivit di vigilanza. Nell'ambito della campagna "Bari per Bene" , avviata nel centro storico, ovviamente i controlli sono stati potenziati. Si tratta di interventi che hanno come obiettivo anche quello di ripristinare la legalit .




news

03-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 3 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news