LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Orvieto e Tuscania-Non fate quelle pale eoliche, schiacceranno Orvieto
Stefano Miliani
www.ilgiornaledellarte.com, 08/05/2015

In cantiere due grandi impianti vicino alla cittadina umbra e a Tuscania. I due sindaci e tredici associazioni si appellano a Mibact, Regioni Umbria e Lazio perch li fermino: I progetti stravolgeranno paesaggi pregiati. Presso Orvieto le pale saranno alte 150 metri (il Duomo alto 53)

Su Orvieto rischia di incombere un parco eolico di dimensioni cos impattanti che schiaccer la veduta dellantica citt e del suo magnifico Duomo. Lo si deduce dalle fotografie diffuse da Italia Nostra, Legambiente e altre undici associazioni in cui si pu immaginare quel che vedr chi arriva in questa terra etrusca: un impianto sulle colline sovrastanti con pali alte 150 metri quando il Duomo alto 53 metri. Un progetto analogo investe unaltra citt delle colline dal nobile passato etrusco, Tuscania. E per fermare questi programmi le tredici associazioni, dagli orientamenti molto diversi e tra le quali figura anche il Fai Fondo ambiente italiano, e i sindaci delle due citt fanno fronte comune per chiedere pubblicamente al ministero dei beni e delle attivit culturali, alla Regione Umbria e alla Regione Lazio di bloccare tutto, soprassedere, ripensarci finch c tempo per fermarsi.

I progetti minacciano di stravolgere paesaggi pregiati, alterandone fortemente la percezione sociale e compromettendone la bellezza e il paesaggio che le circonda. Le due chiese sono capolavori , scrivono nella loro denuncia presentata nella sala stampa di Montecitorio. E il tono Tra le conseguenze inevitabili, ci sarebbe anche il prevedibile e irreparabile danno che l'alterazione del paesaggio comporterebbe all'attrattivit culturale e turistica delle due aree che in essa hanno avuto sinora un importantissimo fattore di sviluppo economico. Troppi e troppo gravi sono le conseguenze negative di questi progetti .

La protesta non si scaglia contro le pale eoliche a prescindere. Infatti la nota diramata dagli uffici stampa di Italia Nostra e Legambiente puntualizza: Non in discussione il tema degli impianti eolici in quanto tali, bens un grave esempio di mancata armonizzazione tra le tutele che derivano dagli articoli 9 e 32 della Costituzione. I casi di Tuscania e Orvieto rimandano alla necessit di una pi ampia riflessione sulla normativa di tutela del patrimonio culturale e del paesaggio italiano, troppo spesso disattesa. E in questi luoghi, sostengono gli oppositori del progetto, si affaccia unemergenza paesaggistica che non ammette indugi. Ma questa stessa emergenza potrebbe diventare il trampolino di lancio per affrontare davvero un problema italiano: Il Paese si doti di strumenti normativi certi per regolare il rapporto tra impianti per le energie rinnovabili e il territorio, le vicende di Tuscania e Orvieto siano l'occasione per trovare finalmente l'auspicabile e giusta conciliazione tra le preziose esigenze del paesaggio e della biodiversit e le preoccupazioni altrettanto legittime riguardanti la questione climatica, conclude la nota.



news

03-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 3 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news