LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Riavrete Villa Ada per lestate
Manuela Pelati
Corriere della Sera - Roma 6/5/2015

Estella Marino visita il parco. Toglieremo tutti i pericoli per i cittadini

La pericolosit non si poteva prevedere. Il sopralluogo a Villa Ada con i cittadini da parte dellassessore allambiente Estella Marino insieme con il presidente del II Municipio Giuseppe Gerace e il tecnico della forestale Rocco Sgherzi, ha permesso di vedere il tronco sullo scivolo, le radici spezzate e i rami di altri alberi che hanno spaccato una panchina lo scorso febbraio nellarea giochi di Villa Ada. Gli scheletri sono ancora tutti l come una spina nel fianco. Tutta larea a rischio ha detto il tecnico confermando quello che lassessore Marino dice da tempo rimane chiusa finch non si tolgono gli alberi pericolosi. Sono 300 gli alberi controllati, dei quali 100 a rischio (saranno potati) e 40 da abbattere. A giugno riapriremo larea e a ottobre pianteremo gli alberi che stiamo per togliere ha assicurato lassessore Marino. La relazione tecnica completa sar presentata in settimana poi ci sar il tavolo con la Soprintendenza perch si tratta di una villa storica sottoposta a tutela.
Dopo la raccolta da parte dei cittadini di mille firme in un solo giorno, il 25 aprile, per protestare contro labbandono dellarea da mesi, tra i presenti i mugugni non sono mancati. Se la zona pericolosa isoliamola, ma non si pu rimanere recintati cos a lungo ha lamentato una cittadina, mentre un altro ha aggiunto: Dopo la nevicata siamo venuti volontari a spalare la neve riuscendo a far riaprire Villa Ada dopo una sola settimana.
Lalbero caduto perch vista la sua et e la sua altezza, le radici non hanno tenuto alla sollecitazione del vento ha spiegato il tecnico della forestale Sherzi, durante il sopralluogo. Qui sotto c il tufo e se le piante fossero state di meno con uno spazio pi ampio questo disastro non si sarebbe verificato. Lassessore Marino ha assicurato che i soldi per gl interventi sono stati gi messi a bilancio si tratta di circa 120 mila euro e labbattimento degli alberi pericolosi partir in una decina di giorni.
Questi pini sono stati piantati negli anni 30, con criteri forestali come se fosse un bosco, non un parco, e con le conoscenze dellepoca non si immaginava quello che sarebbe potuto accadere ha spiegato Sgherzi. Il problema sorto proprio in questa area dove casualmente stato messo il parco giochi. Noi sapevamo che fuori dalla villa cerano le catacombe, ma non pensavamo di trovare il tufo qui sotto. Nellarea di 30 ettari (su 160 di Villa Ada) interessata dal monitoraggio la pericolosit proprio nella parte alta dove ci sono le giostre. Gli alberi sono diventati vecchi e pesanti - ha continuato Sgherzi - e la manutenzione sarebbe dovuta partire negli anni 50 con interventi selettivi, togliendo la pianta meno capace di vivere per fare spazio a quella pi forte potesse andare avanti.



news

03-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 3 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news