LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Monza e provincia. Record di cemento
Giovanna Maria Fagnani
Corriere della Sera - Milano 10/5/2015

Provincia pi cementificata dItalia. Triste primato quello dellarea Monza e Brianza. Dagli anni Cinquanta a oggi, stato consumato il 34,7 per cento del territorio. Un terzo.

MILANO. La provincia pi cementificata dItalia. E un triste primato quello della provincia di Monza e Brianza. Dagli anni 50 a oggi, il Monzese ha consumato il 34,7% del suo territorio. Oltre 14 mila ettari di terreno impermeabilizzato artificialmente e quindi non pi recuperabile. Un problema che sta diventando emergenza, e non solo in Lombardia, quello del consumo di suolo. Basti pensare che, in Italia, per colpa della cementificazione, si perso il 20% delle coste: oltre 500 chilometri quadrati, lequivalente dellintera costa sarda.
A lanciare un nuovo allarme lIstituto Superiore per la Protezione e Ricerca Ambientale (Ispra) che, nel convegno scientifico Recuperiamo terreno, organizzato con il Forum Salviamo il Paesaggio e con Slow Food, ha diffuso il Rapporto sul consumo di suolo 2015: una cartografia a altissima risoluzione, disponibile sul sito www.consumosuolo.isprambiente.it
Maglia nera, quindi, alla provincia di Monza, dove si trovano anche i due comuni pi cementificati della regione: Lissone con il 64 % di suolo consumato e Sesto San Giovanni, con il 56 % . Milano si ferma, invece, al 47,8%, mentre larea della nuova Citt metropolitana ha gi consumato il 26% del suo territorio. Terza, poi, si piazza Varese con il 18 % del suolo usato.
La Lombardia si conferma cos la regione pi consumata dItalia, con il 10,4% di suolo impermeabilizzato. Una percentuale bassa, ma in grado di alterare direttamente o indirettamente il 58% del suolo lombardo: uninfrastruttura che spezza la continuit di unarea agricola, ad esempio, la modifica nel suo complesso e non solo per la parte cementificata.
Questo consumo disordinato espone i centri abitati al rischio di alluvioni, frane, esondazioni e poi provoca degrado ambientale, perdita di terreni agricoli e aumento dellinquinamento atmosferico. E urgente, quindi, una legge a tutela del territorio, che non un bene inesauribile e, una volta modificato, non pu tornare come prima. Un disegno di legge sul consumo di suolo allesame degli emendamenti nelle Commissioni Ambiente e Agricoltura, ha spiegato al convegno Chiara Braga, deputato e responsabile Ambiente del Partito democratico: Occorre la strumentazione giuridica che possa davvero salvaguardare il suolo nel suo valore agricolo e ambientale, perch non si continui solo a pensarlo come bene economico da sfruttare. Ma contro la nuova legge sono gi stati presentati 400 emendamenti.



news

10-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 10 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news