LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze. Innocenti senza putti,vanno allOpificio
Valeria Ronzani
Corriere Fiorentino 9/5/2015

Da luned via al restauro delle formelle. Saranno sostituire da foto in Hd

Lultima volta che i 10 putti di Andrea della Robbia erano stati rimossi dalla loro sede, sulla facciata dellIstituto degli Innocenti in piazza della Santissima Annunziata, fu nella Seconda Guerra Mondiale. Lultimo intervento di manutenzione, dopo lalluvione del 66. Posti nei pennacchi degli archi del loggiato nel 1487, incorniciati in un tondo in terracotta invetriata bianca e blu, ognuno di loro si distingue dallaltro per il modo in cui sono avvolti nelle fasce. Luned inizieranno le operazioni di smontaggio di 6 di loro, devono andare a curarsi allOpificio delle Pietre Dure. Dal punto di vista tecnico dice il soprintendente Marco Ciatti il piano di intervento gi pronto. Abbiamo fatto una proposta ai vertici dellIstituto ed stata accettata.
Dallo scorso ottobre un primo putto si trova gi allOpificio. La prossima settimana verr raggiunto da altri 6, mentre i restanti 3 saranno messi in sicurezza, per loro gli interventi inizieranno in autunno. Si torna a casa nellaprile 2016. Per non privare piazza Santissima Annunziata di un simbolo universalmente conosciuto, prima del distacco saranno realizzate, con lausilio di una gru, fotografie in Hd che andranno temporaneamente a sostituire le formelle. Ma che forniranno anche la documentazione fotografica del loro stato prima di iniziare il restauro precisa Laura Speranza, direttore del progetto I della Robbia erano tecnicamente perfetti, realizzavano la formella, la dipingevano e la cuocevano. Poi la tagliavano in diversi pezzi, la invetriavano e la ricuocevano. Questo consentiva un agevole trasporto. Le opere venivano rimontate in situ, assemblate con la malta. Ci sono robbiane formate da pi di 50 pezzi. Credo che allepoca i putti degli Innocenti li avessero affogati nella malta. Il rimontaggio nel dopoguerra, invece, stato leggero e ora un po precario. Smonteremo ogni singola parte e riconsegneremo le robbiane come pezzi unici, dopo averle rimontate in modo stabile e in sicurezza, bloccando le parti con ancoraggi metallici e altre nostre tecniche. Le invetriature presentano delle fratture, credo provocate anche da sassate di monelli che tiravano agli occhi dei putti. Risistemeremo pure questi danni. Provvederemo ad esaminare nei dettagli ogni pezzo, sar importante anche per la ricerca. Purtroppo da settembre andr in pensione lultima restauratrice del settore. Andiamo avanti con contratti a progetto per i giovani formatisi alla nostra scuola. Mi auguro che cambi il vento e qualcuno possa essere assunto. Ma non lo sa fare pi nessuno, non possiamo perdere queste competenze.
Intanto la presidente dellIstituto degli Innocenti Alessandra Maggi si appella a cittadini, imprese, istituzioni perch qualcuno adotti i dieci putti di Andrea. Anche qui la coperta economica corta.



news

03-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 3 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news