LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

CAMPANIA - Cesare de Seta "Ho un progetto per Bagnoli con Renzo Piano"
10 maggio 2015 LA REPUBBLICA



MI capita di assentarmi a lungo da Napoli e al rientro mi accorgo che le cose di cui si dibatte sono sempre allo stesso punto o quasi. Chiunque pu fare un suo elenco. Il tema Bagnoli sembra quasi dimenticato, non mi pare sia al centro delle attenzioni dei candidati alle elezioni regionali: poich ho i miei pallini mi sembra il caso di insistere. Il pallino di Cesare de Seta, storico dell'architettura, Bagnoli. La sua storia - dice - grottesca, questo sito dovrebbe essere all'attenzione non solo della citt ma dell'Italia, perch i Campi Flegrei sono uno splendido patrimonio dell'umanit.

Lei ha una proposta?

Renzo Piano e io stendemmo nel lontano 1991 un progetto. La commessa ci venne dalla Meriport, gruppo Iri, e demmo al nostro progetto il seguente titolo: "Studio urbanistico dell'area di Bagnoli e linee guida per lo sviluppo del porto turistico di Bagnoli". Ci lavorammo circa un anno e ci sembr chiaro che il sistema geomorfologico dei crateri dei Campi Flegrei andava assunto a idea guida del disegno. Tutta l'area (inquinata) andava preceduta da un risanamento ambientale, ecologico e urbanistico. Il nostro un "cratere" destinato a un compatto parco verde che avvolge le splendide preesistenze di archeologia industriale: riutilizzate nella loro consistenza architettonica. Il parco risaliva dal piano zero della spiaggia per circa 20 metri a memoria dei crateri dei Campi Flegrei: prevedemmo edilizia residenziale di sutura tra il quartiere di Bagnoli e il parco.

Che differenza c'era con il piano del Comune redatto poi da De Lucia?

Noi prevedevamo una cubatura ben pi bassa di quella che previde il piano De Lucia. Si prevedevano come destinazione d'uso Centri di ricerca di base, applicata e ad alta tecnologia non inquinante. La grande Acciaieria, lunga oltre 100 metri e a quattro navate (la pi alta di 70 metri), diveniva il mallo strategico del progetto: con un Museo della Scienza e di Archeologia industriale, un Centro per la creativit artistica ed espositiva, un Centro Congressi. Ricordo che Renzo disse: "Questo un Beaubourg bello e fatto, non ci resta che riempirlo". Analoghi usi assumevano gli altiforni. Dinanzi creammo un lago, il tutto inserito in un compatto parco e non un insensato spezzatino di verde come voleva il piano De Lucia.

E il rapporto con il mare?

L'altro polo del progetto era il porto turistico per 350 barche, collocato l dov'era il porto romano tra Nisida (da riconvertire a uso turistico e museale) e il costone di Posillipo: dal porto con le sue attrezzature una funicolare incassata nella roccia raggiungeva il Capo di Posillipo. Sistema di collegamento rapidissimo e a basso costo per ridurre drasticamente i traffici automobilistici. La fascia costiera di circa un chilometro e mezzo veniva resa alla balneazione con gli indispensabili servizi (ristorante, cabine) disposti ortogonalmente alla spiaggia. Queste ridotte all'osso le nostre intenzioni che credo siano assai chiaramente leggibili in un'articolata relazione e ancor meglio nelle tavole disegnate.

Che cosa ne pensa invece del porto- canale?

La creazione del porto-canale una vera stupida follia del progetto del Comune.

Che fine fece il vostro progetto?

stato ignorato, e con Renzo potremmo raccontare dei grotteschi incontri con i ruoli istituzionali a cui sistematicamente lo inviammo. Silenzio. Sarebbe assai utile che si potessero vedere in una pubblica mostra tutti i progetti elaborati, in modo che i cittadini e i futuri gestori di Bagnoli si facciano almeno un'idea chiara di quanto gi stato pensato e non si riparta da zero. Bagnoli una tela di Penelope e sarebbe necessario che qualcuno spezzasse il filo e ci pensasse con l'indispensabile informazione.

(g.f.)



news

03-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 3 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news