LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

LUCCA - Unofferta dacquisto per palazzo Tommasi
di Luca Cinotti
08 maggio 2015 il Tirreno



Lucca, ora una gara al rialzo per individuare altri soggetti interessati a comperare. Prescrizioni del ministero, sar pi difficile ricavarvi un albergo di lusso



LUCCA. C unofferta dacquisto per palazzo Tommasi, in piazza Santa Maria bianca. Una proposta vincolante che, nelle settimane scorse, arrivata negli uffici di Cassa depositi e prestiti, la cassaforte in mano al ministero del Tesoro che attraverso una sua societ (la Cdp Investimenti) gestisce il fondo immobiliare nel quale il palazzo confluito a inizio anno. I dettagli delloperazione, a cominciare da nome e consistenza economica dellofferta, sono considerati top secret. Anche se - per quanto riguarda lentit dellofferta - difficile che scenda sotto i due milioni pagati da Cdp a Inail per acquistare ledificio.

Il passaggio di mano - nelle intenzioni di Cdp - dovrebbe avvenire nel giro di pochi mesi, con un termine fissato al 31 luglio. Prima di allora si svolger una procedura competitiva che permetter di trovare eventuali altri investitori disposti a spendere di pi: la manifestazione di interesse dovr essere presentata entro il 15 maggio. I soggetti ammessi (a giudizio di Cdp) dovranno poi presentare lofferta vincolante entro il 12 giugno. Nel caso di pi offerte, si svolger una vera e propria gara (entro il 25 giugno) con rilanci minimi di 10.000 euro.

Certo che la somma che alla fine sborser lacquirente sar solo una parte (probabilmente nemmeno maggioritaria) dellinvestimento che lo aspetta. Il palazzo, infatti, sconto anni e anni di abbandono, dopo che allinizio degli anni Novanta se ne andarono gli uffici della Cisl: serviranno milioni per restaurarlo e per poterlo di nuovo utilizzare. La futura destinazione unincognita: dal punto di vista urbanistico le possibilit pi concrete sono quella residenziale (purch i lavori per ricavare gli appartamenti non sconvolgano il complesso), ricettiva e direzionale (anche se, in linea teorica, potrebbe sorgervi un museo o una casa di cura). Per il solo pianterreno sono ammessi anche negozi di vicinato, locali pubblici e ristoranti.

La destinazione immaginata dallAgenzia del demanio, che ha avuto in carico per diversi mesi palazzo Tommasi prima di girarlo alla Cassa, privilegiava lutilizzo ad albergo. Ora, invece, bisogner capire le mire dellacquirente e le possibilit - anche tecniche - di realizzarvi unattivit del genere.

A cambiare, almeno in parte, le carte in tavola ci sono anche due provvedimenti della direzione regionale del ministero dei beni culturali, che risalgono a fine 2014 e che fanno parte dell istruttoria che ha permesso a Cdp di mettere sul mercato Palazzo Tommasi,

Il primo, del 16 dicembre, la dichiarazione di interesse storico artistico. Il secondo, del giorno successivo, conseguenza di questo e autorizza la vendita dellimmobile, imponendo per tre prescrizioni. In primo luogo sar necessario lassenso della Soprintendenza per qualsiasi lavoro e comunque, si prevede che visto il cattivo stato di conservazione del bene, derivante da incuria, appare indispensabile un intervento mirato al recupero della struttura e dei valori architettonici. La conservazione del bene dovr essere garantita mediante interventi preventivi e manutentivi e non potranno essere modificate le caratteristiche architettoniche e volumntriche dellimmobile. In secondo luogo, in rel azione alle condizioni di fruizione pubblica dellimmobile, tenuto conto della situazione conseguente alle precedenti destinazioni duso (residenza e/o uffici), si stabilisce quanto segue: laccessibilit pubblica del bene dovr essere garantita, come in passato, attraverso la fruizione pubblica almeno dellandrone, del giardino e dello scalone. Dovranno altres essere garantite idonee forme di accesso agli spazi monumentali. Non si potr, dunque, chiudere il portone di palazzo Tommasi. E questo potrebbe rendere complicato ricavarvi unattivit come quella di hotel di lusso che avrebbe bisogno della piena disponibilit del complesso. Lultimo paletto della Soprintendenza prevede che limmobile non dovr comunque essere destinato a usi, anche a carattere temporaneo, suscettibili di arrecare pregiudizio alla sua conservazione e fruizione pubblica o comunque non compatibili con il suo carattere storico e artistico.



news

10-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 10 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news