LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

BOLOGNA - "Un vero orrore quegli ultra-cubi" architetti in rivolta
Eleonora Capelli
15 maggio 2015 LA REPUBBLICA



Architetti contro il "cubismo" alla bolognese. L'invasione di sedute di pietra squadrate, che dopo il taglio del nastro di via Azzo Gardino pedonale si preparano a "colonizzare" piazza della Mercanzia, e si ritroveranno nei successivi restyling di piazza San Francesco e Malpighi, viene bocciata dagli addetti ai lavori. Nell'ambito del pi generale progetto di restyling di piazze e distretti che prevede l'installazione di alcuni arredi urbani "guida", come le sedute in pietra e le panchine con fioriera annessa, in tutto il centro storico.

Io quei soldi li avrei spesi in un altro modo- dice l'ex assessore regionale Felicia Bottino - non amo intervenire su quello che fanno gli altri, ma io sono rimasta abbastanza sconvolta gi da quel che stato costruito nel cortile del Pozzo in Comune. Francamente, preferivo le auto. Si tratta di interventi del tutto superflui, non so chi sia il designer ma per quel poco che ho insegnato architettura, mi sembra totalmente contrario a quello che si dovrebbe fare. Inoltre con questi arredi tutti uguali si finisce assurdamente per bollare con uno stesso timbro parti differenti della citt, con un tentativo di omologazione che non paga. "Tranchant" anche il giudizio di Pierluigi Cervellati, che si chiede come la soprintendenza abbia accettato sisimili sistemazioni, nel centro storico che va tutelato. Questi arredi sono orribili, di una banalit sconvolgente - dice l'ex assessore all'Urbanistica del Comune di Bologna, dal 1964 al 1980 - in centro inoltre sono un'assoluta stonatura. Gli alberelli, che adesso "dilagano" nelle sedute progettate dal Comune, non ci sono mai stati in centro, e l'arredo urbano cos concepito avvilente come minimo. Non c' nessun principio progettuale o creativo . Oltre all'omologazione, che secondo Cervellati spinge il centro di Bologna verso il modello di qualsiasi citt di provincia o periferia , c' il problema dell'identit della citt, di cui non si tiene nessun conto . Secondo Daniele Vincenzi, coordinatore della commissione cultura dell'Ordine degli Architetti, per anni al fianco di Dino Gavina nella realizzazione di alcuni progetti di arredo ubano, questi "cubi" ricordano i grandi blocchi, ribattezzati "formaggi" perch assomigliavano a gigantesche forme di Grana Padano, che chiudevano l'accesso a via Porta Nova. In Azzo Gardino, che una strada con un disegno architettonico armonioso - dice Vincenzi - sembrano davvero una forzatura, fanno perdere di vista la visione di citt. Lo spazio urbano va soprattutto ripulito, mentre questi oggetti alterano un equilibrio fatto di facciate, di strada, di tetti e anche di cielo.



news

03-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 3 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news