LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Gabrielli: "Il futuro dell'Acquasola? Trovare i fondi perduti del verde"
DONATELLA ALFONSO
14 maggio 2015 LA REPUBBLICA



IL FUTURO dell'Acquasola - cos come degli altri parchi cittadini - sta di fatto nell'incognita di un passato che non c' pi, quel sistema del verde urbano di Genova che si chiamava "Direzione giardini e foreste" con centinaia di giardinieri e dirigenti di grande esperienza. E' chiaro che quando sono stati tagliati i fondi per le manutenzioni perch arrivavano sempre meno soldi da Roma, se ne sono andate molte persone e anche il verde passato ad Aster, si potuto fare molto meno, e i risultati si vedono ovunque sospira Bruno Gabrielli, architetto ed urbanista, per dieci anni assessore comunale all'Urbanistica. Che sul futuro dell'Acquasola, da distinguere peraltro dagli altri grandi parchi genovesi, a suo dire, ha un'idea precisa: bene la valorizzazione, ma con l'intervento di privati.

Professor Gabrielli, prima di tutto: ma c'era proprio bisogno, vent'anni fa e pi, di pensare a costruire un parcheggio in quell'area?

Le cose cambiano nel tempo, ma paradossalmente, se si fosse costruito il parcheggio ci sarebbe stato un miliardo di vecchie lire di oneri di urbanizzazione per rifare completamente l'area verde. Ma andiamo oltre.

Andiamo oltre, e veniamo ad oggi: il parco storico stato distrutto da un ventennio di transenne e incuria..

Io starei attento alla mitizzazione del parco storico. A Genova, la Villa Pallavicini, la Duchessa di Galliera, i parchi di Nervi, che hanno un valore molto pi alto dell'Acquasola: l'architetto Barabino disegn, se andiamo a vedere, una bozza di sistemazione dell'area derivante dal taglio di piazza Corvetto come una passeggiata per le carrozze, un doppio filare di alberi con un'ampia promenade centrale. Dignitosissimo, ma il parco un'altra cosa. E in ogni caso, non sarebbe stato possibile rifarlo cos: nei secoli sono cresciuti altri alberi, e per rifare il disegno originale si sarebbero dovuti abbattere, e sarebbe stato impensabile.

Il Comune ha scelto di riportare allo s plendore di un tempo il laghetto e la promenade sul lato sud. D'accordo?

D'accordo, va benissimo, ma il problema vero sono le manutenzioni. Il verde cittadino ha perso molti colpi, l'ufficio che se ne occuopava era uno dei pi significativi d'Italia, apprezzatissimo anche all'estero. Adesso le cose vanno male dappertutto. E per l'Acquasola cos come per le altre ville genovesi penso sia il caso di utilizzare una finanza inventiva, se cos posso dire: trovare chi ci mette dei soldi....

C' un'associazione, This is Genoa, che si fatta avanti asserendo di avere un progetto di tutela per l'Acquasola. Pu essere un inizio?

Pu esserlo, ma si tratta di volontariato o c' anche qualcosa di commerciale, che garantisca i costi? Non bisogna aver paura di valorizzare luoghi belli e difficili da mantenere anche inserendovi chioschi o iniziative a pagamento. Quando ero assessore avevamo iniziato un percorso sui Parchi di Nervi che prevedeva anche un'intesa con gli stabilimenti balneari e la collocazione dispazi ristoro, poi non mi risulta se ne sia fatto pi nulla .

Per quanto riguarda l'Acquasola, quindi?

L'Acquasola era gi ed sempre stato un giardino dove portare i bambini a giocare. E per le ragionic he hod etto, aveva bisogno di interventi forti di manutenzione gi prima che si aprissero i cantieri che l'hanno bloccata per anni. Quello che dico che bisogna pensare a nuovi usi anche del verde pubblico, anche da cornice ad attivit economiche: perch non pensare ad un ristorantino?.

Una sorta di Casina Valadier come a Villa Borghese a Roma?

S, un'idea del genere. Gli spazi verdi vanno vissuti, non sono musei. Tutelati, rispettati, ma anche utilizzati in modo da garantire anche il recupero di fondi per mantenerli. Visto che i soldi per questo patrimonio verde non ci sono.



news

03-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 3 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news