LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Reggia di Caserta, rinviata a giudizio l'ex sovrintendente per l'inchiesta sugli appalti
19 maggio 2015 LA REPUBBLICA



Indagati Paola Raffaella David, oggi a Pisa, e i funzionari Andrea Corvino e Giuseppe Oreste Graziano, ancora in servizio nel monumento vanvitelliano



La Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere chiede il rinvio a giudizio per l'ex sovrintendente della Reggia di Caserta, oggi a Pisa, Paola Raffaella David, e per i funzionari Andrea Corvino e Giuseppe Oreste Graziano, ancora in servizio nel monumento vanvitelliano, in relazione all'inchiesta su oltre 100 appalti per lavori alla Reggia concessi dalla Sovrintendenza tra il 2010 e il 2013 a ditte amiche attraverso il ricorso illegittimo al requisito della somma urgenza. Chiesto il rinvio a giudizio anche il dipendente di una ditta.

Contestualmente il sostituto procuratore che ha diretto le indagini Domenico Musto ha chiesto l'archiviazione per altri due indagati, ovvero per il funzionario Marco Mazzarella e per l'ex responsabile del Parco Reale e del Guardino Inglese Francesco Canestrini, attuale soprintendente di Brindisi, Lecce e Taranto, i quali hanno chiarito la loro posizione con degli interrogatori resi nei mesi scorsi.

Per gli indagati i reati contestati sono la turbativa d'asta e la falsit materiale e ideologica mentre non sono emerse tracce di un'eventuale corruzione dei funzionari ministeriali.

La richiesta di rinvio a giudizio ha riguardato anche il dipendente di una ditta di traslochi, Giovanni Marino, che risponde per solo di furto aggravato, essendo accusato di aver rubato un parafulmine che era collocato sul tetto della Reggia di Caserta, la cosiddetta "Gabbia di Faraday", circostanza da cui sono poi partiti gli accertamenti sugli appalti. L'udienza preliminare si terr a novembre davanti al Gup Sergio Enea.

Secondo l'ipotesi della Procura e dei carabinieri delegati alle indagini, la David e gli altri funzionari avrebbero favorito un numero ristretto di ditte, alcune delle quali ancora a lavoro alla Reggia, concedendo appalti - 132 gli affidamenti finiti sotto la lente degli inquirenti - senza alcuna gara ma facendo valere ogni volta il criterio della somma urgenza, per il quale per non sussistevano i requisiti. Il sistema era semplice, emerso: gli indagati - sostiene la Procura - procedevano prima all'artificioso frazionamento dei lavori di rilevante entit
economica, anche attraverso false perizie, in modo da far figurare in luogo dell'unico lavoro pi prestazioni di entit inferiore alla soglia di legge che obbliga a procedere a gare ad evidenza pubblica (gara informale per opere da 40 a 200 mila euro e gara formale per lavori oltre i 200 mila euro, ndr). Una volta operato il frazionamento, veniva falsamente attestata la somma urgenza e si procedeva cos all'affidamento diretto alle ditte "amiche".



news

03-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 3 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news