LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

PALERMO - Riapre la chiesa della Pinta per tre ore
SILVANA POLIZZI SABINO
20 maggio 2015 LA REPUBBLICA




Tre ore di luce:la soprintendenza ai Beni culturali di Palermo ha aperto le porte della Chiesa della Madonna dell'Itria o della Pinta. accaduto ieri mattina. Chiusa da sempre, almeno nella memoria dei palermitani.Dismesso il ponteggio, ritrovata la luminosit, questo gioiello del 1670, anche se per poche ore, ha ritrovato energia attraverso gli sguardi di chi ha voluto ammirarla. Un'emozione attesa da tempo.

L'edificio di culto si trova sotto i bastioni meridionali del Palazzo Reale ad angolo tra via dei Benedettini e piazzetta della Pinta. Siamo quasi alla fine di un'opera di restauro tanto attesa dalla citt, dice Lina Bellanca, direttore della sezione architettonica della Soprintendenza, che insieme all'architetto Carmela Burgio ha diretto i lavori. Il recupero ha riguardato le pareti interne, sulle quali sono tornati a splendere gli stucchi del Serpotta. Coperti negli anni da diversi strati di pittura di vari colori, i putti sono riaffiorati. Ma il Serpotta autore di tanta bellezza Giuseppe, fratello del pi famoso Giacomo. Vero dice l'architetto Burgio - che in vari punti riconosciamo pi mani. Alcuni stucchi appaiono di fattura pi raffinata, quindi sicuramente attribuibili al Serpotta, altri, invece, sono stati realizzati, con molta probabilit, dagli allievi. Il restauro ha riguardato anche la controfacciata, sulla quale sono stati recuperati due quadroni ad affresco, risalenti probabilmente ai primi del 1700, di autore ignoto. Un attento lavoro di recupero ha interessato anche la pavimentazione. Nel corso di scavi precedenti - dice l'architetto Bellanca - avevamo trovato pezzi del pavimento originale, in cotto ottagonale con parti in smalto verde. Cos, dovendo dismettere il pavimento attuale, in pessime condizioni e di scarso valore, rifatto in cemento nei primi del 1900,abbiamo deciso di ricreare l'antico pavimento. Infine, la facciata principale era rimasta incompleta nella penultima tranche di lavori, quindi dopo essere risaliti alla superficie in pietra, stato rifatto l'intonaco. In tal modo ha ritrovato vigore anche il portale.

L'edificio di culto, assunse il nome "la Pinta" in memoria dell'altra, non pi esistente, Chiesa della Pinta di epoca bizantina, ubicata nel piano del Palazzo, di cui, nel corso dei lavori di rifacimento di piazza Indipendenza, sarebbero stati trovati dei resti.

La storia di questo restauro antica. I primi interventi risalgono al 1996, furono realizzati in seguito alla apertura di lesioni e condussero a un puntellamento. I veri e propri lavori di restauro, con un finanziamento del 2004, iniziarono nel 2006 e si conclusero nel 2009. Furono adottati incatenamenti e cuciture per garantire le condizioni statiche della chiesa. L'insufficienza del primo finanziamento e la prospettiva di un secondo fecero s che questa sessione di lavori lasciasse il restauro incompiuto. Tuttavia con i residui di questo stesso fondo si realizz un'ultima tornata di interventi tra il 2011 e il 2012.Infine, il finanziamento del 2007 del dipartimento regionale della Protezione Civile, si sbloccato solo nel 2013. Cos, lo scorso anno stato stipulato il contratto con la nuova ditta appaltatrice, competente anche in restauro artistico.

Quando la Chiesa potr essere riaperta e consegnata alla citt? Esiste un'area adiacente all'edificio da cui deriva una forte umidit. un problema che deve necessariamente essere risolto prima della riapertura. Si tratta di un cortile che, al momento, non chiaro se appartenga a privati, al Comune o alla Curia. In attesa di questi accertamenti, Monsignor Giuseppe Randazzo, delegato arcivescovile per i Beni temporali, ha assicurato che non appena i lavori saranno conclusi la Chiesa della Pinta sar riaperta al culto.





news

03-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 3 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news