LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

PISA - Cinque piazze del centro pronte a rifarsi il look
18 MAGGIO 2015 IL TIRRENO



Affidato a un nuovo gestore, l'azienda pistoiese Euroambiente, il nuovo global service che si occuperà del verde pubblico e del decoro urbano a Pisa. I primi interventi, a fine maggio, in cinque piazze del centro: piazza Dante, piazza Martiri della Libertà, piazza Mazzini, piazza D'Ancona e piazza della Stazione. Progetti condivisi con la Sovrintendenza, che prevedono di ingentilire con aree fiorite punti di interesse per la città, passaggi obbligati per il flusso turistico. Un progetto più mirato è stato messo a punto per la piazza della Stazione che cambierà volto accogliendo i viaggiatori con aree a verde con fioritura. Le attuali piante saranno messe in vaso e portate dal gestore del global in uno dei propri vivai a Pistoia, ripiantumate e portate successivamente in un parco verde. Con un contratto di tre anni, rinnovabile per altri due e un investimento annuale da parte del Comune di oltre 1,4 milioni di euro, Euroambiente ha assicurato di provvedere a circa un milione di metri quadri di aree verdi, suddivise così: 5000 mq per sgambatura cani, 135.000 di giardini scolastici (una novità rispetto al passato), 2568 alberi a basso fusto, 15800 mq di siepi, 400 di aree fiorite, 53 parchi giochi con sostituzione dei giochi ritenuti poco sicuri e della pavimentazione antitrauma. «L'amministrazione comunale ha previsto una base di gara del 20% superiore al precedente contratto - sottolinea il vicesindaco Paolo Ghezzi -. Con questo impegno non si può non riconoscere una crescente e strategica attenzione per il verde pubblico, ancora più importante considerate le contrazioni di bilancio degli ultimi anni. Un forte investimento dunque e una grande aspettativa verso il nuovo gestore, di cui conosciamo livello e standard qualitativi». «La nostra è un'azienda che fa parte di un più vasto gruppo aziendale familiare», spiega Stefano Zelari, amministratore delegato di Euroambiente, duecento dipendenti, sedi a Pistoia, Roma, Milano, Torino e Londra. «Le ultime opere - aggiunge - hanno interessato le autostrade Torino-Milano e Parma-Piacenza, oltre che costruzioni a verde per Prada e Diesel. Pisa rappresenta per noi un importante banco di prova, perché è una città dinamica e strategica in Toscana». Sul tema dell'occupazione, Zelardi dice che «l'obiettivo è creare un sistema virtuoso di occupazione sul territorio: ad oggi la metà del personale, venti su quaranta, è stato assunto in loco. Dopo un lavoro di formazione non escludiamo di poter arrivare al 100% di personale locale». Renata Viola



news

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

Archivio news