LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

VENEZIA - Stop al suk, si parte da San Geremia
di Enrico Tantucci
19 maggio 2015 LA NUOVA VENEZIA

Via al piano di riordino delluso commerciale del suolo pubblico. Giorni contati per banchetti, chioschi e negozi stracarichi



Plateatici e arredo urbano, finalmente si fa sul serio. Partendo dal riordino di Campo San Geremia, trasformato ormai in un suk senza regole - tra banchetti, chioschi fissi di souvenirs e negozi debordanti di merci -che ha stravolto anche lassetto urbanistico e architettonico dellarea vincolata, tra Palazzo Labia e la chiesa di Santa Lucia. Il Comune - con il subcommissario Natalino Manno - e la Soprintendenza alle Belle arti e Paesaggio per Venezia e laguna, con la nuova responsabile, larchitetto Emanuela Carpani, hanno presentato ieri le linee-guida di un riordino complessivo dellarredo urbano cittadino legato allutilizzo commerciale del suolo pubblico e delle modalit espositive degli esercizi, ambulanti e stabili, che partir entro pochi giorni, da Campo San Geremia.

Per ripristinare l'identit architettonica di questo spazio, rendendo immediatamente visibili le sue straordinarie quinte rappresentate da Palazzo Labia e dalla chiesa di Santa Lucia e insieme definire appunto anche le linee guide di un Piano che ripristini le condizioni di decoro, unificando elementi comuni come le vetrine, tende, insegne, pubblicit, cartellonistica, arredi, fonti di luce, serramenti. Si parte con Campo San Geremia - stato detto ieri - ma per proseguire, con lo stesso riordino, lungo tutto la Strada Nuova fino a Campo Santi Apostoli da una parte e lungo Lista di Spagna e fino alla Stazione di Santa Lucia dallaltro. Ma anche larea marciana, Riva del Vin e larea realtina dovrebbero poi essere normalizzate in base ai nuovi parametri fissati.

In questo caso la gestione commissariale con il contributo determinante della Soprintendenza - che con larchitetto Carpani sembra essere partita con il piede giusto - pu avere la forza di resistere pi di una giunta politica alle inevitabili pressioni di chi non vuole che cambi nulla in citt sul piano del decoro commerciale, spianando dunque la strada per continuare nel riordino al sindaco che verr, avendo finalmente fissato regole chiare per il decoro di una citt come Venezia. Campo San Geremia sar liberato, i banchetti spostati, i chioschi fissi di souvenirs - diversi dei quali risultano abusivi - resi mobili per chiuderli e spostarli almeno nelle ore serali.

Dal 2016, quando le licenze commerciali verranno a scadere, una parte di esse non verranno rinnovate proprio per liberare larea, ma non ci sono comunque intenti punitivi nei confronti di commercianti e ambulanti della zona - che sono stati gi convocati e messi al corrente delle intenzioni dellamministrazione - come hanno spiegato ieri anche i dirigenti dellUrbanistica Maurizio Dorigo e del Commercio Alessandro Martinini, mentre star ora ai vigili - ieri presente il vicecommissario Flavio Gastaldi - partire con le richieste di modifica, i controlli e le sanzioni previste, facendo seguito alla modifica del regolamento comunale che vieta ora lesposizione di merci allesterno dei negozi.

Ancora da definire, invece, il piano di riordino dellarredo urbano di Ruga degli Oresi perch la soprintendente Carpani ha avviato listruttoria sul piano alternativo per le pedane esterne dei negozi presentato al Comune dagli operatori. Sar lei a stabilire se le proposte dei commercianti sono comunque compatibili con la liberazione della Ruga o se invece - come prevede il piano di riordino gi approvato dal Comune - i plateatici in legno dovranno essere interamente rimossi, affidando al Tar lultima parola.



news

04-06-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 4 giugno 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news