LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Venezia. Ore 11, vigili in moschea: chiusa. Lira dellIslanda: solo pregiudizi
Alice DEste
Corriere del Veneto 23/5/2015

La Procura valuta lapertura di un fascicolo, organizzatori pronti al ricorso. LIstituto darte di Reykyavik contro il Comune: Ha scelto di seguire la paura irrazionale

VENEZIA. Un cartello allingresso che ringrazia ironicamente il Comune di Venezia e le porte sprangate. La moschea di Venezia stata chiusa. Intorno alle 11 di ieri mattina quattro vigili in borghese si sono presentati a chiedere conto della mancata esecuzione del provvedimento di chiusura gi notificato gioved via posta certificata. Il provvedimento della Prefettura deciso mercoled nel Cosp (il comitato provinciale per lordine e la sicurezza pubblica) era infatti da considerarsi attivo con effetto immediato.
Durissima la reazione dellIslanda che attraverso Icelandic art center accusa la Biennale di non aver supportato gli organizzatori e lartista e il Comune di pregiudizio e paura irrazionale. La chiesa di Santa Maria della Misericordia, dove Christoph Bchel, lartista svizzero islandese aveva ricreato una moschea, avrebbe dovuto chiudere i battenti gi gioved. Gli organizzatori, per, hanno detto di non aver ricevuto comunicazioni. E intorno alle 10.30-11 i vigili urbani sono entrati nel padiglione, trovando limam islandese in preghiera e quasi nessun fedele. La preghiera del venerd pi seguita, infatti prevista per le 13 ed per questo che il sopralluogo stato anticipato.
Quello di ieri mattina non che lultimo passaggio di una vicenda complessa, che ha visto pochi giorni fa anche la consegna delle carte alla Procura che potrebbe aprire uninchiesta sulla vicenda. La polizia municipale ha infatti depositato uninformativa, che gi sul tavolo del procuratore aggiunto Adelchi DIppolito, che coordina il pool che persegue i reati edilizi e che sta valutando la vicenda. I vigili avevano infatti riscontrato alcune irregolarit nelle autorizzazioni. Gli organizzatori sembrano per decisi a fare ricorso al Tar nei 60 giorni previsti. E ridicolo, - dice Zaccaria Mattei, project manager dellIceland center - ci hanno detto che allinaugurazione cerano pi persone di quelle ammesse negli spazi. Ma se cos fosse, se fosse questo veramente il problema dovrebbero chiudere tutti i padiglioni della Biennale. In quale di questi il limite stato rispettato nei giorni delle inaugurazioni?.
La decisione della chiusura del padiglione islandese (che ieri ha fatto esultare Sebastiano Costalonga, candidato consigliere di Fratelli dItalia), arrivata infatti per il mancato rispetto delle prescrizioni e degli accordi presi con il Comune nella Scia (segnalazione certificata di inizio attivit) presentata dallartista il 27 aprile: dal divieto di utilizzo dello spazio interno dellex chiesa per finalit diverse da quelle di una mostra espositiva al divieto di trasformare il padiglione in un luogo di culto passando per le modalit di ingresso del pubblico (non potevano esserci imposizioni per togliere le scarpe e mettere il velo) e la violazione delle norme sulla sicurezza dei luoghi.
Il ricorso al Tar ci sar sicuramente. Il giudizio dellIslanda su quanto sta accadendo a Venezia di fuoco. In una dichiarazione ufficiale del presidente dellIcelandic art center, committente del padiglione islandese della Biennale, emanazione del ministero delleducazione, della scienza e della cultura di Islanda (che ha fatto sapere di non voler intervenire lasciando parlare lIcelandic art center, rappresentativo dellIslanda) si legge: Per mesi il curatore ha soddisfatto ogni richiesta del Comune risolvendo ogni ostacolo che stato presentato dicono nello statement ufficiale col risultato che il Comune ha posto nuovi ostacoli e presentato nuove obiezioni come se il padiglione non fosse un padiglione ufficiale invitato dalla Biennale. La cosa pi grave, per, che nemmeno la Biennale di Venezia ha supportato il progetto artistico, cosa che ci si sarebbe aspettati da unorganizzazione di tale importanza per larte contemporanea. Pensiamo che il tema proposto dal padiglione sia molto importante, in particolare in relazione con la tematica proposta dalla Biennale di Venezia, All the worlds futures. Quello che accaduto dipinge uno scenario terribile. Le autorit veneziane hanno deciso di chiudere uninstallazione darte, scegliendo di seguire il pregiudizio e la paura irrazionale.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news