LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Trentino. Parchi, politici sotto accusa
Marika Giovannini
Corriere del Trentino 24/5/2015

Caola (Adamello-Brenta): solo slogan. Zortea (Paneveggio): serve equilibrio

Sui parchi naturali va trovato un equilibrio. Ne sono convinti i presidenti dei parchi Adamello Brenta e Paneveggio. Zortea: bisogna trovare la giusta misura tra conservazione e sviluppo. Critico Caola: I politici non si informano.

TRENTO. In questi anni abbiamo lavorato molto per far digerire il parco, per far capire che non un vincolo ma unopportunit di crescita, un laboratorio. Non vero che manca informazione: noi ne facciamo parecchia. Antonio Caola non lha presa bene. Di fronte al dibattito avviato in questi giorni sulla situazione delle aree protette in Trentino (Corriere del Trentino di ieri), il presidente del parco Adamello-Brenta lascia trasparire una certa amarezza. Sono rimasto basito dalle dichiarazioni che ho letto dice Caola. Che parte dalla richiesta dellOsservatorio spontaneo sul rispetto per lambiente di modificare la legge per avere alla guida degli enti persone motivate e preparate. Svolgo questo ruolo dice Caola da ventanni, 15 da membro di giunta e 5 da presidente. Non ho un titolo di studio specifico, sono commerciante. Ma lavoro con passione, di sicuro non per lo stipendio: percepisco 460 euro netti al mese, gli assessori della giunta del parco 150 euro netti al mese. E di risultati ne abbiamo ottenuti. Il presidente ci tiene a indicare la sua visione: Ho improntato la mia presidenza sulla partecipazione e la condivisione. Oggi il 69% di chi sceglie la Rendena per le ferie lo fa perch c il parco. Vuol dire che abbiamo lavorato sullinformazione e sul coinvolgimento. Con un ritorno economico di 40 milioni in unestate. Chi non si informa, invece, sono i politici. Laffondo rivolto a Luca Zeni (Pd), ma non solo: Usano lambiente come slogan, ma poi si vedono poco. A ottobre scadranno i cinque anni del mandato di Caola: Ma molti Comuni della zona sono impegnati nelle fusioni. opportuna una proroga.
Proroga di cui parla anche Giacobbe Zortea, presidente del parco di Paneveggio. Che per indicare la sua idea di area protetta insiste su un termine: equilibrio. Di fronte alle varie posizioni che ho letto in questi giorni osserva Zortea credo di poter dire che la verit stia nel mezzo. Da un punto vista sociale e ambientale non giusto lasciare che la natura prenda gli spazi senza che il territorio venga gestito. Ma dallaltra parte non si pu nemmeno sostenere che il paesaggio monetizzato solo quando ci sono, ad esempio, delle piste da sci. Io abito sotto le Pale di San Martino. L in cima non ci sono piste, non ci va nessuno, ma quando le guardo dalla finestra penso che siano un valore cos come sono. In questo senso credo sia importante trovare un giusto equilibrio tra la conservazione e lo sviluppo, purch sostenibile. Anche perch, prosegue il presidente, i turisti non scelgono il Trentino solo per attivit come lo sci. Dai questionari che abbiamo somministrato ai turisti invernali ricorda emerge che chi viene da noi non lo fa necessariamente per sciare, tantomeno per trovare chilometri e chilometri di piste. Lo fa per il territorio, per trovare un ambiente di qualit. Anche sulla base di questi dati, il parco in questi anni ha impostato il nuovo piano, che al termine di un percorso lungo e articolato ora attende solo il passaggio in giunta provinciale. Nel nuovo piano sintetizza Zortea abbiamo ridotto le aree sciabili, perch si trovavano allinterno di habitat pregiati. Ne abbiamo discusso anche con gli impiantisti, portando le nostre ragioni. In sostanza, se queste aree non sono state sfruttate e attivate nemmeno negli anni del boom dello sci da discesa, probabilmente non verranno attivate nemmeno in futuro. Un ragionamento che allinizio non piaciuto agli impiantisti: Alla fine, per, anche loro hanno dato parere positivo spiega il presidente. Che traccia una differenza tra Paneveggio e lAdamello-Brenta: Limpostazione della variante di parco del parco Adamello-Brenta stata pi soft. Conosco Caola e con lui ho un ottimo rapporto. Ma lui ha avuto pi pressioni da parte del territorio per poter fare certi ragionamenti. Anche se, prosegue subito, ldamello-Brenta un modello per alcune iniziative, come ad esempio la qualit parco: anche noi vogliamo ottenere la Carta europea del turismo sostenibile e speriamo di riuscirci entro lautunno.
Zortea chiude la porta con forza, invece, al progetto di parco dei cervi di Patascoss: Se il recinto viene fatto per un motivo preciso, come la salvaguardia degli animali feriti, ha un senso. Ma non per i turisti: per chi viene in Trentino decisamente meglio poter vedere gli animali nel loro habitat, magari organizzando delle gite anche alla mattina presto. Non in un recinto.



news

03-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 3 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news