LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

EMILIA ROMAGNA - Per i beni culturali mancano 800 milioni
Stefano Luppi
Gazzetta di Modena - 29 maggio 2015

Gualmini, vicepresidente della Regione: «Spesi 1,8 miliardi, la ricostruzione delle case è già al 60%»

«Siamo in attesa che il governo ci finanzi 800 milioni di euro da destinare ai beni culturali», ha spiegato Elisabetta Gualmini, vicepresidente della giunta Emilia Romagna, intervenendo ieri al convegno delle fondazioni emiliano romagnole. «Dopo il grande lavoro di Vasco Errani noi abbiamo creato un sito ad hoc aggiornato costantemente da cui si evince che finora i fondi destinati al sisma del 2012 sono pari a 1,8 miliardi di euro di cui un miliardo è servito per ripristinare le abitazioni cadute o lesionate. Siamo a quota 6O% con la ricostruzione ed entro dicembre smantelleremo gli ultimi 400 moduli abitativi. Abbiamo ricostruito circa 15mila abitazioni, grazie soprattutto al nostro popolo che è particolarmente laborioso». Infine un ricordo personale della Gualmini: «Poco tempo fa - conclude - ho visitato un asilo completamente realizzato in legno a San Felice. Sono rimasta colpita perché i bambini con i loro disegni hanno contribuito alla sua costruzione: un bimbo lo voleva realizzato come una Ferrari, ossia bello, ma nel caso utile anche a scappare via velocemente». II tema dei beni culturali - edifici e chiese vincolate - fa discutere in questo anniversario. Una nota dolente, perché solo i118% dell'im-porto per il ripristino dei beni culturali immobili è stato assegnato. I progetti relativi ai beni culturali sono quasi tutti fermi ed è sufficiente fare un giro nella Bassa per notare la situazione: tutte le chiese storiche sono transennate e inagibili. Un aspetto positivo? Quello relativo alle opere d'arte mobili, dipinti, sculture, oggetti devozionali, pagliotti d'altare, sottratte alle macerie all'indomani del sisma e "curate" al Palazzo Ducale di Sassuolo, al cosiddetto Pronto soccorso dell'arte affidato a Marco Mozzo della soprintendenza di Bologna-Modena. Circa 2mila beni d'arte sono stati messi in sicurezza e ora stanno partendo i restauri. Il punto dolente invece lo riassume con don Mirko Corsini, delegato diocesano e della Conferenza episcopale Romagna per il sisma: «Per i beni vincolati c'è un iter molto complesso. Ne hanno fatto esperienza le parrocchie del cratere che hanno dovuto gestire le messe in sicurezza. Il problema è dovuto ai fondi: ci sono interventi che non sarebbero neanche immaginabili con i fondi parrocchiali. Se lo Stato non avesse riconosciuto le chiese come patrimonio storico-artistico su cui intervenire, non avremmo avuto la forza economica.



news

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

Archivio news