LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Il Paese-museo fuori dalle classifiche
Giovanni Moschini - Corrado Augias
21 maggio 2015 LA REPUBBLICA



Caro Augias, dunque in testa alla classifica dei musei pi visitati non ce n' neppure uno italiano. In testa sono il Louvre, il museo di Storia naturale di Washington, quello nazionale cinese di Pechino. Lo credo. La fama del primo, i costi del secondo e il miliardo di umanit "attorno" al terzo, li rendono imbattibili. E se valutassimo il cosiddetto museo a cielo aperto? Tutt'altra storia, perch tutt'altra storia quella italiana. Siamo, da secoli, un dedalo di entit museali, sparse ovunque: dal pi piccolo borgo alla pi grande citt. C' dentro (e fuori) tutto ci che "dovrebbe stare in un museo", per dirla con Indiana Jones. Una tale ubiquitaria e ricca distribuzione la maggiore difficolt sia per renderli visitabili sia per poter raggiungere la vetta di quella classifica: evidente che una pluralit di luoghi impedisce una concentrazione di visitatori in uno solo, a differenza dell'avere... solo quello. Si salva solo il Vatican di Pietro, ma con un'Italia davanti e un'altra dietro.

Tutto bene quindi? Il problema complesso e un ministero politico probabilmente non , da solo, la soluzione. Forse con alcuni Marchionne dediti alla cosa pubblica... magari le nostre universit ne son piene.

g.moschini@yahoo.it

Questa lettera coglie un punto fondamentale. La storia della nostra penisola, per tanti aspetti travagliata o mediocre ma per altri gloriosa, ci ha lasciato indegni eredi una tale quantit di beni da non arrivare spesso nemmeno a gestirli. La ritardata unit nazionale, le piccole e piccolissime corti disseminate qua e l, le ambizioni di principi, duchi, conti e signori, ha fatto s che ogni citt e quasi ogni borgo avesse una sua cattedrale, una piazza, un loggiato, una fontana degne di meraviglia. Ci fa oggi speciali la nostra difficolt ad unirci, la debolezza politica, lo sguardo miope, nei ventisette secoli che sono alle nostre spalle se contiamo dalla fondazione di Roma ma volendo si potrebbe arrivare anche pi indietro. Se si toglie Parigi alla Francia e Londra all'Inghilterra (su Pechino non mi pronuncio), non che resti granch. Se si toglie Roma all'Italia, resta l'enormit di tutto il resto. Quindi le classifiche sui primati mondiali possiamo anche prenderle per il poco che valgono. Quando parlo di "indegni eredi" non per per il consueto piagnisteo ma per una ragione precisa. La politica ha sempre trascurato l'amministrazione di questo sterminato patrimonio. stato il suo peggior delitto, pi di Tangentopoli, pi dell'eterno problema meridionale. Nella spartizione dei posti, quando c'erano molti pi soldi di adesso, i beni culturali sono andati per decenni al partito pi debole, a personaggi spesso mediocri. E adesso che forse s' capito il delitto commesso e si vorrebbe rimediare, i soldi non ci sono pi.





news

03-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 3 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news