LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Napoli. La vergogna degli orti di Chiaiano ai privati
Stefano Miccoli
Corriere del Mezzogiorno 26/5/2015

Inaugurati in pompa magna dal Comune nel 2012 e affidati a una società. Mai aperti

Napoli. Nel maggio 2012 in pompa magna è stato inaugurato il terzo parco di orti urbani a Napoli e precisamente a Chiaiano, nell’area dove è stato costruito il serbatoio dell’Arin, ora Abc, realizzato in collaborazione con la facoltà di Agraria della Federico II. Nel 2013, dopo che il parco ha conosciuto pochi mesi di cura ordinaria e di coltura di piccoli spazi coltivati a pomodori, peperoncini, melanzane, zucchine, basilico ed altri ortaggi, il nulla e l’abbandono si è impossessato di questo spazio di 23 ettari. Erba alta, ciliegi sofferenti e la moria progressiva di tutte le piantagioni di ortaggi, hanno reso questo piccolo paradiso di verde urbano popolato da volpi, poiane ed altre fantastiche specie di animali, uno squallido luogo semi inaccessibile. Solamente grazie ad un piccolo gruppo di abitanti della zona, il degrado totale non si è impossessato di questo luogo. Nel 2013 il Comune e la Abc, dopo un bando per l’affido del parco andato a vuoto, lo affidavano alla associazione Vodisca (unica partecipante). Sono passati due anni dall’assegnazione dell’area e l’associazione Vodisca, ancora oggi non ha aperto i cancelli alla popolazione. In due anni i cancelli sono stati aperti quattro volte, quattro volte a pagamento, quattro volte selezionando le persone che dovevano entrare. Certo, l’associazione ha bisogno di fondi per lavorare e per costruire strutture e comprare macchinari tagliaerba e potatori; certo l’auto finanziamento è una pratica onesta e ammirevole, soprattutto se (probabilmente) il Comune e la Abc non sovvenzionano la suddetta associazione per avere il parco in “ordine” ed in sicurezza. Fatto sta comunque, che il parco non è a disposizione dei cittadini ed è in uno stato di completo degrado. Circa un mese fa miracolosamente il cancello era aperto e siamo entrati per passeggiare un po’ quando….. una persona che non si è voluta qualificare, si è avvicinata e ci ha intimato di uscire dicendo che l’area era privata e di proprietà dell’associazione Vodisca e che avrebbe chiamato i carabinieri. Chiaramente non siamo usciti e i carabinieri non sono intervenuti. In quest’area, vista la vastità e il confinamento con altri appezzamenti di terreno, si può entrare dappertutto, e noi siamo entrati. Il degrado è pressocchè totale, tranne alcuni piccoli spazi che recentemente sono stati affidati ad un’altra associazione: Gas Friarielli, che hanno arato e piantato ortaggi. Una sorta di orto privato su un bene pubblico. Non sappiamo se alla fine, a crescita avvenuta delle piante, queste saranno messe a disposizione dei cittadini così come fu pubblicizzato dall’amministrazione comunale il giorno dell’inaugurazione. Ma la cosa più triste è che quest’area è diventata inaccessibile per l’incuria e l’abbandono in cui versa; un po’ discarica….. e un po’ selva (nel termine più negativo del termine) I ciliegi soffocano nell’erba alta più di un metro e mezzo e non vengono curati con risultati che possiamo vedere… Le ciliegie non curate seccano prima di maturarsi, ma l’incuria e l’abbandono hanno fatto sì che almeno una ventina di piante hanno smesso di vivere e sono buone solo per fare legna da camino. E gli ulivi? Decine di ulivi sono stati piantati lungo i confini dell’area e solo perché l’ulivo è una pianta forte e tenace non sono morti in massa. Vi sfido a distinguere la pianta di ulivo in mezzo all’erba alta ed ai rampicanti che conquistano terreno su terreno…. E guardate le piante di alloro che sono state comprate dall’associazione per abbellire il parco in che condizioni sono…. Ancora nei vasi di origine, secchi da buttare.



news

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

Archivio news