LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Dell’Utri: i libri di De Caro? ignoravo fossero dei Gerolamini
Titti Beneduce
Corriere del Mezzogiorno 26/5/2015

L’ex senatore insiste: erano regali e non sospettavo nulla

Napoli. «Non potevo immaginare che De Caro mi avesse regalato libri presi dalla biblioteca dei Girolamini: tant’è vero che, quando li ho ricevuti, li ho collocati nella biblioteca della mia fondazione, in via Senato a Milano, catalogandoli e mettendoli a disposizione degli studiosi». L’ex senatore del Pdl Marcello Dell’Utri è stato interrogato in videoconferenza al processo per il saccheggio della biblioteca, che si sta svolgendo davanti alla I sezione del Tribunale, collegio C (presidente Serena Corleto, giudici Nicola Russo e Antonio Baldassarre). Dal carcere di Parma, dove si trova dopo la condanna definitiva per concorso esterno in associazione mafiosa, Dell’Utri ha risposto alle domande del pm Antonella Serio e poi di alcuni componenti del collegio difensivo. Nell’ambito dell’inchiesta sulla sottrazione di centinaia di preziosi volumi, l’ex politico è indagato per concorso in peculato. «Ho conosciuto De Caro diversi anni fa — ha spiegato Dell’Utri — per la sua attività di libraio. Aveva una libreria in Italia e una in Argentina. I rapporti sono stati quelli tra cliente e libraio per diversi anni. Di lui ricordo l’ottima conoscenza del mondo dei libri: mi segnalava libri all’asta o in cataloghi, soprattutto classici letteratura e filosofia, libri riguardanti il concetto di utopia». Fu proprio l’ex senatore a presentare De Caro a Galan, che da ministro dei Beni culturali lo avrebbe poi nominato direttore della biblioteca: «Li presentai perché De Caro aveva particolare conoscenza del mondo delle energie alternative e Galan, all’epoca ministro dell’Agricoltura, era interessato a questo settore. Gli piacque subito: lo volle nel suo staff e poi lo portò con sè ai Beni culturali». Dell’Utri ha raccontato anche che cosa gli diceva De Caro una volta messo a capo della biblioteca dei Girolamini: «Mi raccontava di degrado e abbandono della biblioteca in termini scandalizzati. Diceva di avere convinto i responsabili a intervenire per rimetterla a posto. Io gli facevo i complimenti. Pensavo che stesse facendo opera meritoria. Secondo lui i libri si erano persi e si stavano perdendo, si preoccupò di frenare questo percorso. Non esistendo un catalogo, tutti i libri potevano essere sottratti senza che nessuno se ne accorgesse. Mi raccontava che aveva incaricato giovani studenti di economia per la catalogazione». Ben diverso, come è emerso dalle indagini, il comportamento dell’ex direttore.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news