LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Venezia, Biennale. La procura indaga sulla moschea
Alberto Zorzi
Corriere del Veneto 26/5/2015

I magistrati stanno valutando eventuali reati edilizi. Presto una nuova informativa

VENEZIA. La procura di Venezia indaga sulla moschea della Biennale. Il procuratore aggiunto Adelchi DIppolito, sul cui tavolo era arrivata uninformativa della Polizia municipale sui presunti abusi edilizi (in particolare i bagni realizzati senza autorizzazione), ha aperto un fascicolo, anche se per ora senza indagati e ipotesi di reato. Lopera del padiglione islandese era stata chiusa venerd scorso per decisione del Comune. Si attende una nuova informativa dei vigili.

VENEZIA. Dopo la chiusura di venerd mattina e prima del probabile ricorso al Tar contro quel provvedimento, ora il caso della moschea del padiglione islandese della Biennale finisce in procura. I vigili urbani di Venezia avevano inviato uninformativa in procura, segnalando lipotetica violazione di norme penali urbanistiche ed edilizie (in particolare relative a dei bagni completamente abusivi) e il procuratore aggiunto Adelchi DIppolito, che coordina il pool di magistrati che si occupano di quel tipo di reati, ha aperto un fascicolo, che presto dovrebbe essere assegnato a uno dei sostituti dellarea.
Per ora si tratta di un modello K, ovvero un fascicolo senza indagati e senza nemmeno ipotesi di reato specifiche, anche perch la procura in attesa dellinvio di una nuova informativa da parte della Polizia municipale lagunare, che dovrebbe portare ulteriore documentazione sulla vicenda. E evidente che se i magistrati dovessero riconoscere che ci sono state delle violazioni delle norme penali, sul registro degli indagati potrebbero finire gli organizzatori o il curatore del padiglione islandese che in questi giorni ha scatenato enormi polemiche per aver trasformato la chiesa di Santa Maria della Misericordia in una moschea surrettizia: linstallazione dellartista svizzero Christoph Bchel che peraltro, come gli organizzatori, si sempre difeso dicendo di aver voluto realizzare unopera per lanciare il dialogo tra le fedi di fatto si era trasformata in un luogo di culto, con la presenza di tanti musulmani in preghiera e anche con lobbligo (poi cancellato) di togliersi le scarpe per entrare.
Per questo lopera era stata chiusa su ordine del Comune di Venezia, che aveva revocato la Scia presentata il 27 aprile, non prima di aver portato la decisione in Prefettura di fronte al Cosp (il comitato provinciale per lordine e la sicurezza) di mercoled scorso. In un comunicato stampa della Prefettura era stato spiegato che la decisione era stata presa in quanto, nel corso di ripetuti controlli effettuati a partire dallapertura al pubblico avvenuta l8 maggio, lattivit espositiva risultata esercitata in violazione delle prescrizioni impartite dallamministrazione comunale e delle assicurazioni fornite dagli stessi responsabili delliniziativa nelle loro precedenti comunicazioni. In particolare non erano state rispettati il divieto di utilizzo, durante lorario di apertura al pubblico, dello spazio interno dellex chiesa per finalit diverse da quelle di una mostra espositiva; il divieto di utilizzo del padiglione quale luogo di culto; le modalit di ingresso del pubblico. Inoltre erano state violate le norme sulla sicurezza dei luoghi, visto il ripetuto superamento del limite massimo di capienza, e poi cerano stati appunto degli abusi edilizi, come quello del bagno realizzato senza autorizzazione.
Il provvedimento pu essere impugnato al Tar entro 60 giorni ed probabile che ci avvenga, visto che dopo la chiusura i responsabili hanno lanciato i loro strali contro Comune e Biennale. Il primo stato accusato di aver ceduto a una paura irrazionale, mentre allente guidato da Paolo Baratta stata contestata la mancata difesa di una delle proprio opere, tanto pi visto che il tema poteva essere pertinente con il titolo di questanno: All the worlds futures, cio Tutti i futuri del mondo.



news

10-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 10 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news