LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Milano. Cavallo di Leonardo mai cos solo, un ultimo appello contro loblio
Rinaldo Saia - Isabella Bossi Fedrigotti
Corriere della Sera - Milano 30/5/2015

Gentile signora Bossi Fedrigotti,
da circa una settimana stiamo ospitando quattro amici brasiliani con cui abbiamo visitato sia Firenze che Milano. Logico il nostro decantare le opere di Leonardo da Vinci attraverso le citt che ne hanno visto il genio. Purtroppo poi abbiamo anche accompagnato gli amici in visita al famoso Cavallo, ricostruito e completato grazie al mecenatismo del pilota americano Charles Dent che dedic vita e ricchezza alla sua realizzazione. Ho provato, come milanese, imbarazzo e vergogna: allIppodromo lentrata al monumento era chiusa e per accedere vicino alla orribile rete che circonda la statua per una foto si dovuto passare dagli accessi ai vari bar e ristoranti che assediano il monumento. Il porticato dove sono spiegate la lavorazione e la fusione della statua in completo abbandono, con materiale accatastato sotto il portico, sporco e cartacce dappertutto, erbacce che fuoriescono dalle crepe dellasfalto prospicente. Impossibile, per decenza, descrivere lodore che emana dagli angoli. Dopo aver visto su molti giornali vari rendering che prospettavano una migliore collocazione del Cavallo in vari luoghi della citt pi consoni e attrattivi, mi aspettavo che fosse per lo meno mantenuto in uno stato decoroso e accessibile, vista la concomitanza delle visite per Expo, dove comunque, se spostato, sarebbe stato certamente motivo di grande attrazione.
Basta un dato per confermare ci: la copia dello stesso cavallo che fu realizzata e posta nel parco Maijer di Gran Rapids, remota localit del nord del Michigan, annovera ben seicentomila visitatori lanno, senza bisogno di Fiere mondiali. Possibile che i coloro che ci amministrano non sappiano valorizzare un regalo di questa portata, che potrebbe attrarre migliaia di turisti, americani, probabilmente in particolar modo, lasciandolo decadere nel degrado e nella dimenticanza?
Rinaldo Saia

Povero cavallo. Mesi, forse anche anni di discussioni, incluso in questa rubrica meglio qui, no meglio l o forse meglio in quellaltra sede ancora per poi restare al suo vecchio posto, trascurato, quasi sbeffeggiato dalle condizioni di abbandono nelle quali si trova. E pensare che si tratta per lappunto di un caval donato, che andrebbe tenuto in qualche conto. Elegante e magnifico com, meriterebbe davvero di meglio dello squallore e della sporcizia che lo circondando. N mi pare occorra uno sforzo troppo grande per restituire un po di decenza al luogo e, di conseguenza, dignit al bel destriero. Migliaia di turisti come per il suo fratello americano? Abituato com alla solitudine, magari lo infastidirebbero un poco, per.
Isabella Bossi Fedrigotti



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news