LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA - Primo passo per istituire tre nuovi parchi
Isabella Di Bartolo
LA SICILIA Mercoledì 27 Maggio 2015


Siracusa. L'idea risale a 15 anni fa quando, per imprimere nuovo impulso alla tutela di Agrigento, si diede vita alla legge 20 del 2000. Erano gli anni della lotta all'abusivismo a ridosso della Valle dei Templi e dell'esigenza di una gestione autonoma e più responsabile. Da qui la legge per l'istituzione dei Parchi archeologi regionali che ora la Regione ha ripreso in mano a partire da Marsala e la zona sud di Siracusa. Ieri, infatti, l'assessore regionale ai Beni culturali, Antonio Purpura, ha firmato i decreti che fissano i confini territoriali del parco archeologico di Akrai, Eloro e Villa del Tellaro e di Lilibeo di Marsala. Il primo tassello per il riconoscimento dell'autonomia gestionale di questi due grandi musei a cielo aperto che ricadono nel territorio di Marsala e, nel Siracusano, si estende tra i Comuni di Noto, Palazzolo Acreide, Avola e Buscemi.
«È il primo passo importante - spiega l'assessore - verso l'istituzione dei parchi autonomi così come prevede la normativa regionale. Per il completamento di questo importante iter occorrerà il parere del consiglio regionale dei Beni culturali e ambientali: un organismo che è stato riconfigurato di recente dalla Regione e sarà operativo a partire da giugno con il coinvolgimento sinergico di esperti del settore. I due parchi, una volta riconosciuti, si aggiungeranno a quelli di Agrigento e di Selinunte».
Una notizia che il sindaco di Palazzolo, Carlo Scibetta, saluta con favore alla luce delle recenti polemiche su siti chiusi o senza manutenzione a causa delle ormai annose questioni gestionali. «L'autonomia porterà di certo benefici - dice il sindaco del Comune Unesco - sia in termini di risorse economiche, che potranno essere direttamente gestiti dal nuovo ente, che dell'organizzazione legata alla fruizione e tutela di questi tesori». Ma il Parco, da solo, non basta. Scibetta auspica una politica a sostegno in termini di servizi, infrastrutture e promozione del territorio. E sono questi elementi a corredo della fruizione virtuosa del patrimonio a fondamento della legge come spiega il suo "pater", Fabio Granata. «La norma nasce anche per superare le difficoltà economiche legate alla gestione dei siti archeologici - dice l'ex assessore regionale - attraverso un'autonomia affidata a un direttore del Parco e a un consiglio d'amministrazione con la SOpRINTENDENZA, i sindaci, le guide turistiche, i commercianti, i sindacati e gli ambientalisti. Questo è ciò che accade, appunto, ad Agrigento e consente al Parco di tenere sempre aperta l'area e di garantire lo straordinario ai custodi, la manutenzione ordinaria e la valorizzazione attraverso servizi aggiuntivi (bookshop, artigianato, merchandising, eccetera). Una gestione totalmente staccata dal bilancio della Regione per reimpiegare in maniera diretta le risorse ottenute. In questi 15 anni la legge non è stata applicata per svariati motivi tra cui la volontà da parte di qualcuno di non perdere sovranità».
Nell'agenda della Regione vi è anche l'approvazione del Parco di Siracusa, la cui perimetrazione è bloccata da anni tra i malumori degli ambientalisti: definire i confini di un Parco archeologico, infatti, sancisce l'inedificabilità assoluta. E questo, a due passi dal Teatro greco di Siracusa, fa storcere il naso a qualche imprenditore e politico.


27/05/2015



news

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

Archivio news