LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA - Basilica off limits per il quadro del Caravaggio
isabella di bartolo
LA SICILIA Luned 25 Maggio 2015 Siracusa


Nella chiesa della Borgata non ci sono le condizioni idonee a ospitare il "Seppellimento di Santa Lucia"

Il capolavoro che Caravaggio dipinse per la Basilica della Borgata non pu fare rientro a casa. Il risultato delle ultime analisi eseguite dal Centro regionale del restauro di Palermo, infatti, non lasciano dubbi: nella chiesa della Borgata non sono assicurate le condizioni idonee per ospitare il quadro. Oggi, infatti, l'abside della basilica presenta criticit in termini di micro-clima come certificano le analisi dei tecnici di Palermo che hanno predisposto alcuni sistemi di controllo all'interno della basilica. Ma la situazione non rosea nemmeno nella chiesa della Badia a piazza Duomo dove, da ormai 4 anni, si trova "Il Seppellimento di Santa Lucia".
Il capolavoro che il pittore della luce realizz nel 1608 per l'altare maggiore della Basilica extramoenia, dopo una serie di peregrinazioni e il rientro in pompa magna dal museo Bellomo alla Borgata nel 2007, si trova infatti nella chiesa della Badia dopo un trasloco necessario per consentire i lavori di ristrutturazione della basilica della Borgata. Interventi ormai finiti da tempo ma che debbono essere riveduti e corretti.
Oggi, "Il Seppellimento di Santa Lucia" ammirato, nei periodi di alta stagione, da circa 3mila persone al giorno, rigorosamente gratis. S, perch la diocesi non prevede ticket di accesso all'interno della chiesa della Badia che, come tale, rispetta gli orari legati al culto e non quelli per venire incontro alle esigenze dei turisti. Il risultato che, spesso, i visitatori si trovano la porta della chiesa sbarrata.
Una questione che complica la gi delicata vicenda relativa a un quadro conteso tra due quartieri. Il capolavoro di Caravaggio, infatti, al centro di un braccio di ferro tra chi vorrebbe che restasse in Ortigia e chi, residenti della Borgata in testa, vorrebbe che facesse ritorno a casa quanto prima. Tra i fautori del rientro nella Basilica extramoenia anche l'ex assessore regionale ai Beni culturali, Mariarita Sgarlata, promotrice di una petizione popolare. E a favore sono anche i consiglieri della circoscrizione di Santa Lucia che chiedono, da tempo, di accelerare le procedure per il rientro dell'opera. Contrarie, invece, le guide turistiche aretusee: Non esiste alcuna rete di servizi alla Borgata e il ritorno dell'opera non avrebbe cos alcuna ricaduta positiva - dice Carlo Castello, componente del direttivo nazionale delle Guide turistiche -. Allora meglio che il Caravaggio resti in Ortigia, magari facendo pagare un ticket che servirebbe anche a prolungare l'apertura della chiesa di piazza Duomo oggi visitabile solo dalle 11 alle 16 e chiusa il luned.
Il quadro, inoltre, "occulta" un'altra opera: "Santa Lucia" di Guinaccia che sull'altare della Badia si trovava da secoli, come denuncia il Fai di Siracusa.
Spostiamo questo dipinto nella navata laterale - dice Sergio Cilea - e garantiamo la corretta fruizione e il rispetto dell'opera nascosta dal Caravaggio nell'attesa che rientri alla Borgata. Per quest'ultimo trasloco occorre il placet degli addetti ai lavori che, oggi, manca.
L'ultimo sopralluogo del Centro regionale del restauro di Palermo ha evidenziato l'esigenza di lavori di manutenzione nell'abside della Basilica della Borgata. Non sono assicurati i requisiti di sicurezza per l'opera - dichiarano i tecnici Cosimo Di Stefano e Rosaria Merlino dei laboratori di Chimica e Fisica del Centro di Palermo diretto da Enza Cilia - occorre risolvere il problema dell'intonaco dell'abside che "imprigiona" i sali solubili ed causa di degrado. Eliminare questo problema condizione ineludibile per un'eventuale posizionamento della tela.
L'ultima notizia da Palermo quella dell'assessore regionale ai Beni culturali, Antonio Purpura, in risposta a un'interrogazione parlamentare del deputato Enzo Vinciullo. Quest'ultimo, infatti, sollecita da anni il governo regionale per avere lumi sull'iter di restauro della chiesa della Borgata dove dovr tornare l'opera. L'assessore Purpura ha confermato che i tecnici del Centro regionale di Palermo stanno ultimando le loro analisi e che, a luglio, saranno pubblicati i risultati. E' chiaro - dicono i tecnici dell'istituto regionale di restauro - che l'obiettivo tutelare il quadro e assicurare le condizioni ottimali in termini climatici e di salvaguardia da aggressioni di qualunque tipo. E questo dev'essere certo sia alla Borgata sia a piazza Duomo, in entrambe le chiese. Per questa ragione il nostro monitoraggio riguarda entrambe le strutture.
L'ultima parola spetta alla SOpRINTENDENZA che ricever il risultato delle indagini del Centro regionale di restauro. Ma non questo l'unico ente coinvolto nella tutela del dipinto: il quadro di propriet del Fondo edifici di culto (Fec) e, per questa ragione, gestito dal ministero dell'Interno attraverso la Prefettura. Tuttavia, esso si trova all'interno di edifici di culto e, dunque, la sua cura anche di competenza della Diocesi. Infine, a complicare la questione l'aspetto legato al museo Bellomo di cui l'opera era la star.


25/05/2015



news

26-06-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 26 giugno 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news