LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ONNA. Chiesa di Onna, tedeschi irritati per le lentezze
24 maggio 2015 IL CENTRO






Oggi alle 18 a Casa Onna incontro con la scrittrice tedesca Sara More (pseudonimo di Stefanie Schaller) autrice del libro "Irrtum 5.8, trummer von L'Aquila". Si tratta di un romanzo (per adesso c' solo la versione in tedesco ma presto potrebbe essere tradotto in italiano) la cui trama si dispiega fra Onna e L'Aquila nei giorni immediatamente seguenti la scossa del sei aprile 2009. E' la storia di una famiglia normale che vede all'improvviso la propria vita sconvolta dal sisma. L'incontro di oggi organizzato da Onna Onlus, Pro loco e Centro anziani.ONNA La chiesa parrocchiale di Onna dedicata a San Pietro Apostolo stata ricostruita grazie ai fondi della Repubblica federale di Germania e alla ditta che ha curato con grande attenzione e scrupolo i lavori riportando alla luce anche alcune "chicche" che l'hanno impreziosita parecchio (per esempio un affresco del XIV secolo) . Ma come spesso accade in Italia (e questo per i tedeschi del tutto inconcepibile) una serie di intoppi burocratici sta ritardando l'inaugurazione che doveva, in un primo momento, essere prevista entro la primavera. Oggi invece, se tutto andr bene, si parla della fine dell'estate o addirittura autunno inoltrato. Ieri, un servizio su La7 cronache curato da Flavia Filippi ha messo in evidenza le questioni che stanno rallentando la fine dei lavori e tutto quello che ne consegue in termini di sistemazione degli arredi sacri e riposizionamento delle opere d'arte in corso di restauro. Nel servizio si parla persino della difficolt ad avere l'allaccio del gas metano che permetterebbe di riscaldare gli ambienti e rendere possibile il lavoro sugli stucchi che ha bisogno della temperatura adatta. Ma questa potrebbe sembrare una questione minore. Il nocciolo sta in una lettera, mostrata su La7, che risale al 9 ottobre dello scorso anno. Nella missiva, a firma dell'allora direttore regionale dei Beni culturali Francesco Scoppola, inviata a Regione, Provincia, Comune e ufficio speciale per la ricostruzione si chiedevano(quasi certamente anche su sollecitazione delle autorit tedesche) due cose. La prima era la messa in sicurezza di via dei Martiri, la principale via di accesso alla chiesa che ancora oggi in gran parte zona rossa. Inoltre veniva evidenziata una questione che doveva essere affrontata forse gi nel 2009 e cio che la chiesa stata ricostruita ma tutt'intorno ci sono macerie e desolazione. La richiesta di Scoppola, rivolta evidentemente a Comune e ufficio speciale era di fare in modo che in occasione della inaugurazione della chiesa si possa annunciare il finanziamento di interventi di edilizia civile nella frazione e in particolare intorno alla chiesa parrocchiale per un graduale recupero del centro storico. Invece nel cronoprogramma del Comune l'area intorno alla chiesa era prevista come l'ultima in cui aprire i cantieri. A gennaio dopo alcuni "oscuri" riconteggi stato deciso che gli aggregati intorno all'edificio sacro saranno i secondi (su tre ambiti) ad essere finanziati. Che significa almeno altri 3-4 anni di attesa. Insomma quello che poteva diventare un esempio di ricostruzione virtuosa finito nel solito pastrocchio. E la Germania non ha gradito affatto. (g.p.)




news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news