LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

BOLOGNA - "La vera sfida è riuscire a farsi vedere di più"
PAOLA NALDI
02 giugno 2015 LA REPUBBLICA



Dal 1° luglio guiderà Bologna Musei. In calendario Egizi fotografia e Pasolini ma la priorità, spiega è conquistare visibilità


Con un atto di giunta il Comune ha conferito a Laura Carlini Fanfogna l'incarico di direttore dell'Istituzione Bologna Musei e del Mambo a partire dal 1° luglio e almeno fino al 20 settembre 2016. Quindici mesi, con stipendio annuo di 82mila euro cui s'aggiunge un' indennità di 25mila, scanditi già da alcuni impegni importanti: la mostra sugli Egizi all'Archeologico in autunno, un omaggio all'Opificio Golinelli, per la sua apertura a settembre, con un'esposizione tra arte e scienza al Mambo, la collaborazione col festival della fotografia industriale promosso dal Mast, la retrospettiva su Pier Paolo Pasolini, curata con la Cineteca, che durerà fino a Arte Fiera.

Direttrice Carlini, quali saranno le sue priorità?

«L'Istituzione e il Mambo sono due percorsi che andranno avanti alla pari, e io arrivo con molto entusiasmo. Alcune priorità importanti sono già state calendarizzate e si sono già presi impegni che bisognerà guidare con polso fermo. Si sta lavorando alla mostra sugli Egizi e a quella su Pasolini, ma la prima cosa sarà entrare e capire, perché la macchina dell'Istituzione è molto complessa».

Qual è la cosa più urgente da fare per i musei bolognesi?

«Dare loro visibilità. Tutti hanno potenzialità molto grandi, ma hanno bisogno di essere promossi: occorre imparare a fare massa critica, trovare al più presto un posizionamento. Sono molto contenta di trovare persone che li hanno guidati con competenza, sono loro i cardini dell'Istituzione. Poi bisognerà capire come collaborare e come evidenziare le diverse competenze».

Si discute del successo delle mostre private e della spettacolarizzazione degli eventi. Cosa ne pensa?

«Non mi piace il termine spettacolarizzazione: la trovo sminuente. Ma bisogna anche capire che le mostre, rispetto ai musei, hanno un vantaggio che deriva dalla disponibilità limitata, la si coglie al volo o la si perde, e una capacità maggiore di comunicazione. D'altra parte i musei devono misurarsi anche con altri parametri che sono la conservazione e la formazione didattica. Al di là di tutto, comunque, gli allestimenti sono essenziali nel trasmettere il valore di una collezione».

In passato i dipendenti dei Musei hanno contestato l'esternalizzazione dei servizi didattici. Che idea se n'è fatta?

«Non voglio parlare prima di averli incontrati, e aver messo al corrente il Cda dei miei progetti. Ho qualche idea innovativa e trasversale».

Prima donna alla guida del Mambo, troverà uno staff tutto al femminile.

Che effetto le fa?

«Vorrà dire che mi toccherà fare le quote azzurre. Scherzo, in realtà è una situazione abbastanza normale nei musei. Forse la cultura, rispetto all'economia, è considerata di minor prestigio».



news

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

Archivio news