LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA - Concessioni petrolifere: countdown
michele barbagallo
LA SICILIA Luned 08 Giugno 2015 Ragusa

il caso. Entro il 14 il Comune deve dare una risposta dopo la sospensiva alle autorizzazioni gi concesse alla Irminio

Il Tar ha imposto il termine per i lavori in contrada Buglio Sottana che hanno gi tutti i via libera



Conto alla rovescia per il Comune di Ragusa. Ha adesso una settimana per assumere una decisione circa la concessione edilizia necessaria per procedere con il progetto di ricerca di idrocarburi in contrada Buglia Sottana dove la societ Irminio ha i permessi regionali e intende avviare la sua attivit.
L'amministrazione Piccitto, proprio nei giorni scorsi, ha voluto una modifica all'articolo 48 delle norme di attuazione del piano regolatore generale che impedisce l'attivit estrattiva in suolo agricolo (l'atto deve ancora passare in Consiglio). Uno stop a questo tipo di attivit, che per gli ambientalisti sempre portatrice di rischi per il territorio nonostante le societ garantiscano di agire con la massima sicurezza, significherebbe anche uno stop al lavoro dell'indotto. Che solo nel caso del pozzo da realizzare in contrada Buglia Sottana riguarderebbe 300 unit. Pronta gi la protesta, con un raduno domani mattina in piazza Matteotti, dinnanzi al Comune, dei lavoratori del comparto energia e petrolio, con l'obiettivo di richiedere al Comune di Ragusa il rilascio dell'autorizzazione necessaria per l'avvio dei lavori di "coltivazione e sviluppo" dei giacimenti petroliferi. Si terr anche una conferenza stampa.
Ma intanto il Comune di Ragusa deve dire la parola ultima sulla richiesta di concessione avanzata dalla Irminio. E lo dovr fare anche alla luce della sentenza del Tar di Catania a cui si era rivolta la societ, da decenni attiva sul territorio ragusano. Lo scorso 22 gennaio il Comune aveva infatti disposto la sospensione della richiesta avanzata dalla Irmino nel marzo dello scorso anno. Le motivazioni erano legate all'attesa di consulenze richieste al Genio civile, all'Arpa e alla SOpRINTENDENZA. Tra l'altro sul nullaosta rilasciato dalla SOpRINTENDENZA, Legambiente ha avanzato un ricorso al Tar con riferimento al piano paesaggistico.
E all'art. 11 di questo piano fa riferimento il Comune di Ragusa ricordando che "gli obiettivi di tutela sono rivolti alle singolarit geologiche, alle formazioni paleontologiche, ai valori scenici e panorami propri degli elementi fisici del paesaggio, ai processi naturali, agli equilibri idraulici, idrogeologici ed ecologici". Ma se queste sono le ragioni del Comune, la Irminio, ormai stanca di aspettare da oltre un anno una risposta, si rivolta al Tar. E il tribunale amministrativo ha adesso intimato al Comune di Ragusa di dare una risposta conclusiva entro il 14 giugno.
Il Tar ritiene infatti che "in considerazione degli assai rilevanti interessi economici relativi alla vicenda di cui si tratta, la domanda cautelare debba essere accolta mediante la fissazione di un termine di trenta giorni (appunto il 14 giugno, ndr). Il Comune dovr concludere il procedimento tenendo conto che la SOpRINTENDENZA ai Beni Culturali e Ambientali di Ragusa non ha ritenuto di fornire i chiarimenti richiesti dall'amministrazione municipale in tal modo confermando sostanzialmente l'avviso espresso con il nulla-osta del 6 novembre 2014". Ma anche l'Avvocatura dello Stato a spiegare che sono valide le ragioni poste dalla societ Irminio. Inoltre per il Tar la mancata realizzazione dei tre nuovi pozzi "impedirebbe all'amministrazione regionale di verificare l'esatta estensione del giacimento". E rileva pure che la scelta del Comune di fermarsi ad una sospensiva, senza dunque prendere una decisione finale, non di certo la migliore. Insomma il ritardo nella conclusione del provvedimento arrecherebbe un "danno d'immagine nei confronti degli investitori esteri, provocato dall'incertezza del diritto".
Della vicenda si parlato anche in Consiglio comunale, presenti tra il pubblico anche un nutrito gruppo di lavoratori. I consiglieri Tumino e Lo Destro che hanno rimarcato come l'amministrazione Piccitto non abbia ancora preso posizione rispetto alla richiesta avanzata dalla Irminio.


08/06/2015



news

29-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 29 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news