LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Campania. Quell’assenza in giunta non garantisce un’inversione di tendenza
Guido Donadone *
Corriere del Mezzogiorno 16/7/2015

* Guido Donadone Presidente Italia Nostra Napoli

Caro direttore, lo sfascio e la deriva civile e istituzionale del territorio casertano sono stati accoratamente descritti nell’editoriale pubblicato ieri sul Corriere del Mezzogiorno . Esso tuttavia deve indurre a tentare la possibilità del riscatto, che può venire solo dalla pratica etico-politica del buon governo. Al riguardo, coerentemente con i suoi compiti statutari, Italia Nostra ha oggi il massimo interesse a individuare per quali linee politico-istituzionali e programmatiche la nuova Giunta regionale targata Vincenzo De Luca possa segnare un forte cambiamento nel governo della Campania. Si tratta di attuare politiche e interventi capaci non solo di accompagnare efficacemente la ripresa dello sviluppo, ma di accelerarne il ritmo nel periodo medio-lungo. L’accelerazione dello sviluppo meridionale, come insegnano i meridionalisti più seri (la Svimez in primo luogo), è in questo momento obiettivo primario nel quadro di una politica di sviluppo del Paese. Un obiettivo di cui la Giunta Caldoro, per la sua parte, non ha mai mostrato di avvertire l’importanza decisiva.
Da questo punto di vista, una valutazione obiettiva non può non rilevare la netta differenza di tono e di contenuti del discorso programmatico di De Luca rispetto a Caldoro. È da apprezzare l’indirizzo programmatico volto a dare alla Campania la funzione di «grande piattaforma logistica dell’Europa», una funzione sicuramente trainante per accelerare lo sviluppo dell’economia regionale in ogni settore: industriale, turistico e agricolo. In riferimento a quanto detto all’inizio, è soprattutto lungimirante l’impegno di De Luca per il risanamento senza altri ritardi della Terra dei fuochi , grande problema che la precedente giunta regionale non ha mai affrontato nella sua assoluta gravità. Il terrificante inquinamento di questa vasta area costituisce da solo un abnorme macigno sulla strada dello sviluppo economico-sociale e civile della Regione: va affrontato con urgenza, ed è confortante che De Luca se ne mostri pienamente consapevole.
Sono anche da apprezzare gli impegni programmatici della Regione per quanto riguarda i problemi che investono Napoli e la sua area metropolitana: Bagnoli, area Est, porto. Tutti problemi irrisolti che denunciano l’incapacità politico-amministrativa delle giunte regionali e comunali che si sono susseguite. Così come si attende un piano per il restauro conservativo del centro storico di Napoli, partendo dalla demolizione dell’edilizia-spazzatura postbellica da sostituire con attrezzature di quartiere e architettura di qualità. Italia Nostra sarà molto vigile nel monitorare e valutare il merito degli interventi, con la convinzione che la politica di buongoverno in questo come in ogni altro settore esige il rispetto formale delle leggi vigenti. Nessun decisionismo sburocratizzante può andare oltre i vincoli di legge, che se si ritengono sbagliati vanno riformati ma non violati. Infine è opportuno astenersi dal giudicare la qualità delle persone che De Luca ha chiamato nella sua Giunta: è corretto attenderla alla prova dei fatti per formulare un adeguato giudizio. Ma l’assenza di un assessore regionale alla Cultura non garantisce l’immediata inversione di tendenza rispetto alla discutibile precedente gestione.



news

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

Archivio news