LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

RESTITUITE SPLENDORE AL SAN CARLO
FRANCESCO CANESSA
23 luglio 2015 LA REPUBBLICA





"VOIR NAPLES ET CHANTER!" titola il settimanale francese Point de Vue , nel numero del 28 maggio scorso. un giornale popolare che sta dietro al gossip delle teste coronate, non c' servizio dove non compaia, in un modo o nell'altro almeno una principessa. Ed in quello dedicato alle meraviglie musicali di Napoli otto pagine di fila vi fa da spirito guida Beatrice di Borbone delle Due Sicilie, figlia primogenita di Ferdinando Duca di Castro, mamma a sua volta di due "altezze imperiali" la principessa Carolina e il principe Jean Christophe Napolon. lei ad introdurre cronista e fotografo a Palazzo Reale, nel Teatro di Corte di Caserta e nel San Carlo: "Le Thatre San Carlo, le berceau de la Musique Napoliteine" dice ancora un titolo, posto sopra una stupenda immagine della sala del Niccolini, firmata dal celebre fotografo d'Oltralpe David Atlan. E il Teatro che rappresenta la culla della Musica napoletana " tuttora un gioiello, la sua scena un faro dell'Arte lirica" afferma la didascalia, dopo averne ricordato le glorie antiche. Per noi depressi dalla lettura delle nostre miserie anche quelle del San Carlo, sempre all'ordine del giorno un articolo come questo fa l'effetto di un cardiotonico e la sua efficacia raddoppia se si considera l'occasione che ne sta all'origine: il Festival di Versailles appena concluso, che dava spazio alla Napoli del Settecento, ai suoi compositori e cantori, da Leonardo Vinci con l'opera "Catone in Utica" a Gaetano Majorano in arte Caffarelli, rivisitato dal controtenore Franco Fagioli, nome italiano, forse napoletano il suo vero cognome pare sia Fasulo ma nazionalit argentina, a suo tempo lanciato da Riccardo Muti a Salisburgo, nei cinque anni del Festival di Pentecoste da lui diretto e titolato "Napoli, la citt della memoria". Val la pena di ricordare che a Versailles il San Carlo stato in prima persona, per la riapertura del Teatro dopo il restauro, nel 1983 con un suo best seller "Il Flaminio" di Pergolesi. Ma ne deriva anche qualche suggerimento per la vita futura del Teatro, ora che l'emergenza economica e gestionale appare superata: l'articolo conferma che quel che distingue il San Carlo dalle altre "opera house" la monumentalit e la storicit. Qualit che meriterebbero pi attenzione nell'ordinario della vita del Teatro: ricordiamo che esso conservato alla propriet dello Stato per essere il pi significativo esempio di architettura teatrale italiana neoclassica e la tutela del ministero dei Beni culturali, che ha un proprio rappresentate nel Consiglio di indirizzo. Gioverebbe che spettatori e visitatori potessero rivedere al suo posto il Sipario storico del Mancinelli non esiste al mondo altro Teatro che conservi intatta la sua "tela" ottocentesca - che magnificamente si coordina col soffitto del Cammarano restaurato di recente e che un qualche intoppo di carattere scenotecnico tiene a riposo. Sarebbe anche opportuno che si togliesse al Palco Reale, il cui decoro stato riportato al colore che aveva nel 1816 e descritto da Stendhal, l'onta delle sedie di plastica la foto di David Altan le tiene generosamente fuori dall'inquadratura e si restituisse dignit ai due palchi di proscenio che furono di Rossini e Donizetti, ridando un senso alle due targhe che vi furono apposte in occasione dei 250 anni del Teatro. E lasciando sempre all'ordine del giorno il problema dell'acustica da migliorare, cui si aggiunto quello contingente dell'inadeguatezza dell'aria condizionata alle torride temperature di questi giorni, platealmente denunciato dal podio da un direttore d'orchestra, a sipario ancora chiuso sul gelo della soffitta dei quattro eroi di Bohme; prima di ci si potrebbe almeno ripristinare la guida rossa nei corridoi della platea, bordura elegante e funzionale che la Scala, tanto per fare un esempio, ha subito rimesso al suo posto dopo il restauro. Piccole e grandi cose, ma tutte importanti perch la "berceau della Musique Napoliteine" mostri sempre pi e sempre meglio il suo splendore.




news

29-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 29 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news