LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

PA: Da Settis a Fo, cultura in allarme per ddl Madia. Appello a Mattarella, uccide patrimonio. Ministro, 'più tutele'
di Silvia Lambertucci


ROMA
(ANSA) - ROMA, 23 LUG - C'è la questione del silenzio assenso, che preoccupa molti, in prima fila il Fai, che oggi torna a lanciare un appello ai senatori perché intervengano a tutela del patrimonio e del paesaggio italiano minacciati. Ma anche un altro articolo del provvedimento, che sembra prevedere addirittura la confluenza delle soprintendenze nelle prefetture. Da Dario Fo a Salvatore Settis, dall'ex ministro Massimo Bray al professore emerito Alberto Asor Rosa, è allarme rosso nel mondo della cultura per più di un aspetto del ddl Madia sulla riorganizzazione della Pubblica Amministrazione. Il ministro però tiene il punto e rassicura: "Le norme del ddl innalzano il livello di tutela sui beni culturali". I fronti sono diversi, ma la preoccupazione è alta da giorni. I toni più forti in una lettera appello spedita oggi al presidente della Repubblica Mattarella e al ministro della cultura Franceschini, con in calce decine di firme illustri, tanti nomi noti come quelli di Tomaso Montanari, Francesco Caglioti, Vittorio Emiliani, Andrea Emiliani, Sergio Staino. "Il ddl Madia sulla riorganizzazione dell'amministrazione statale prevede la confluenza delle Soprintendenze nelle Prefetture. Si tratta del più grave attacco al sistema della tutela del paesaggio e del patrimonio culturale mai perpetrato da un Governo della Repubblica", si legge nella lettera. Da qui l'appello al Presidente della Repubblica, ma anche ai presidenti di Camera e Senato e al ministro Franceschini perché "si opponga con ogni mezzo". Su posizioni leggermente diverse, il Fondo Ambiente Italiano guidato da Carandini, che torna da giorni sul tema del silenzio assenso (su cui si è espresso con preoccupazione anche il Consiglio superiore dei beni culturali) e sulla questione dell'autonomia amministrativa, previsti da altri due articoli del provvedimento. Così si rischia "di compromettere il sistema della tutela", denuncia il Fai, che sulla questione prefetture soprintendenze accoglie invece con un "cauto apprezzamento" le rassicurazioni del governo ricordando che l'esecutivo "si è ufficialmente impegnato a 'prevedere che le funzioni dirette di tutela, conservazione e valorizzazione e fruizione dei beni culturali previste dal Codice rimangano di competenza esclusiva e autonoma dell'amministrazione preposta', ovvero delle Soprintendenze". Madia rassicura: "Le norme del ddl innalzano il livello di tutela sui beni culturali - risponde a chi gli chiede di commentare l'appello degli intellettuali - non abbiamo cambiato nessuna norma autorizzativa. Quindi, ad esempio, se un Comune vuole costruire ma la sovrintendenza dice no, non si costruisce. Abbiamo dato certezza nei tempi, per cui le sovrintendenze devono dire di sì o di no entro un limite, ma poi non c'è più nessuno" che può intervenire. (ANSA).



news

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

Archivio news