LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

MANTOVA - Il cantiere di Tea svela un pezzo di citt antica
25 luglio 2015 LA GAZZETTA DI MANTOVA




I lavori per realizzare i sottoservizi in una citt storica come Mantova riservano sempre delle sorprese. La conferma arrivata dal cantiere per la posa della rete del teleriscaldamento in via Nievo, da parte di Tea Sei. Gli scavi hanno permesso di mettere in luce alcune strutture archeologiche di notevole interesse, confermando le conoscenze finora acquisite e in parte arricchendo di nuovi dati la storia della citt di Mantova. Durante i lavori di assistenza, svoltisi sotto la direzione scientifica di Elena Maria Menotti della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Lombardia e direttrice del Museo Archeologico di piazza Castello, sono emersi elementi importanti relativi agli assetti di Mantova in et medioevale/rinascimentale. A illustrare quanto si potuto scoprire Gianpaolo Rodighiero, operatore archeologico e assistente agli scavi per Tea Sei. Questa zona della citt - spiega Rodighiero - era posta all'interno della seconda cinta urbica, presumibilmente costruita in materiale deperibile fra la fine del XII e gli inizi del XIII secolo e collocata a ridosso del Rio. Furono contestualmente messe in opera quattro nuove porte di accesso alla citt: Porta Leona, posta sull'asse dell'attuale corso Umberto I; Porta del Monticello, sull'asse di via Roma; Porta dell'Ospedale (detta poi degli Arlotti), sull'asse di via Pomponazzo; Porta Nuova, in corrispondenza di via Fratelli Bandiera. In base alla mappa di Gabriele Bertazzolo, che risale al 1628 e che riproduce la situazione urbanistica mantovana alla fine del XVI secolo - aggiunge l'operatore archeologico - possiamo ipotizzare che via Nievo fosse gi esistente, con un assetto piuttosto simile a quello attuale. Via Nievo era suddivisa in due parti: contrada Corta, posta verso l'attuale teatro Sociale, e contrada Santa Croce Vecchia, verso via Verdi. Contrada Corta fu poi intitolata a Ippolito Nievo nel 1867, mentre contrada Santa Croce Vecchia fu dedicata allo scrittore nel 1871. In base ai ritrovamenti effettuati, acquista per particolare rilevanza la presenza di alcune evidenze archeologiche che attestano la frequentazione dell'area gi in et protostorica. Queste ultime - conferma Rodighiero - hanno restituito numerosi frammenti ceramici relativi al vasellame utilizzato all'epoca; frequenti anche i reperti ossei: con ogni probabilit si tratta dei resti dei pasti dei mantovani dell'epoca, che forniscono informazioni sull'alimentazione in et preromana e sulla fauna presente in quei secoli. Il materiale ritrovato sar in seguito oggetto di analisi e di studio, al fine di interpretare pi correttamente i dati emersi e di collocarli cronologicamente con pi precisione. Cos come in altre occasioni, le lavorazioni relative ai sottoservizi da un lato consentono di migliorare la qualit della vita dei cittadini (costretti a sopportare qualche inevitabile disagio durante le fasi di cantiere), dall'altro fanno emergere nuove preziose informazioni, relative alla morfologia ed alla storia della citt antica. Pur nel rispetto dell'attivit di studio dei reperti, le lavorazioni di cantiere previste da Tea Sei non subiranno ritardi o slittamenti, come era invece accaduto in altre occasioni assimilabili, vedi il cantiere di piazzale Mondadori.




news

05-06-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 5 giugno 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news